La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 2 settembre 2014

La Germania potrebbe opporsi al Quantitive easing della BCE

Mentre il presidente della Banca centrale europea Mario Draghi ha chiesto al governo tedesco di intraprendere le riforme strutturali per migliorare la competitività e attaccare il fardello del debito, il ministro tedesco delle finanze Wolfgang Schaueble ha affermato che “L’Europa deve trovare soluzioni per migliorare la crescita (…) La BCE ha raggiunto il massimo dei suoi aiuti alla Zona euro.”
Riferendosi chiaramente alla Francia, Schaeuble ha dichiarato che
capisce la posizione del presidente francese François Hollande, ma “le politiche monetarie possono solo far guadagnare tempo.”
Come scrive il Wall Street Journal, la Francia desidera dare una spinta :
“La crescita in Francia era già ferma nel primo trimestre e Parigi dichiara che questa persistente debolezza significa che quest’anno il paese non sarà in grado di raggiungere l’obiettivo di riduzione del deficit.”
Schaeuble è stato molto chiaro :
“Le politiche monetarie possono solo far guadagnare tempo. La liquidità dei mercati non è troppo bassa, anzi è troppo alta. Penso dunque che le politiche monetarie abbiano raggiunto il limite. Ciò di cui abbiamo urgente bisogno sono gli investitori, è riguadagnare la loro fiducia e quella dei mercati e dei consumatori. Non credo che le politiche monetarie della BCE dispongano degli strumenti per combattere la deflazione.” source
Il ministro tedesco delle finanze ha anche dichiarato di essere fiducioso che la Francia farà il necessario per rispettare le regole che sono state approvate in diverse occasioni.
Conclusione : prosegue la battaglia della Banca centrale europea e il resto della Zona euro contro la Germania, mentre quest’ultima sembra respingere in blocco qualsiasi Quantitative easing.
(Fonte : or-argent.eu)