La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

lunedì 17 marzo 2014

Consob...il faro spento sulle aziende a rischio

La black e la grey  list delle quotate. 
Poca trasparenza sul sito dell'ente di controllo.
La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, in sigla Consob, pubblica nel suo sito, tra le varie  rubriche, anche due elenchi molto interessanti, le cosiddette black  e grey  list  delle  società  quotate alla  Borsa Italiana.
Sono informazioni che possono interessare tutti gli investitori, anche se invero non ne è data  una  adeguata  pubblicità. Infatti  nel  sito (www.consob.it)  queste
informazioni  si  trovano  non  immediatamente; si deve cliccare alla voce “Emittenti – Società quotate”, in basso a destra si deve cliccare  la voce “Obblighi di informativa periodica”, il che non è certo di immediata percezione.
LA CACCIA ALL’ELENCO NASCOSTO. Questi elenchi riguardano  le  società per le quali Consob richiede l’obbligo di ricevere specifiche informazioni, a cadenza  mensile o trimestrale, mensile  per le società in black  list e trimestrale  per  le  società  in  grey  list.  I dati più rilevanti di queste informazioni sono la posizione  finanziaria  netta, la posizione dei debiti scaduti e i rapporti verso parti correlate.
Nel passato, più di qualcuna delle società inserita in questi elenchi è andata poi in una qualche procedura  concorsuale. Ci riferiamo specificatamente a:
I viaggi del Ventaglio S.p.A., fallita nel luglio 2010;
EUTELIA S.p.A., insolvente da dicembre 2010;
Socotherm S.p.A., in concordato preventivo dal 2010;  ­
Monti Ascensori S.p.A., fallita in dicembre 2011;  ­
Finarte S.p.A., fallita in marzo 2012,

società che sono state espunte dall’elenco solo nel 2013 e di tale ritardo non ne è chiara la motivazione.
Ecco l’elenco (ex art. 114 D.Lgs. 59/1998) della Black list e della  Grey list, così come definite da Consob. In un mercato  così difficile, queste  società dovranno dare dimostrazione di avere un futuro e quindi una  situazione finanziaria non in peggioramento. source
Ma quanti investitori fanno attenzione a tutto ciò?
Qui evidenziamo le società quotate in Borsa inserite nelle liste nel corso del 2013 (qui il link).

Consob
Dati Consob