La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 11 settembre 2013

Tolleranza zero contro il reato di insider trading

Il Parlamento Europeo ha varato il nuovo regolamento per disciplinare l'abuso di informazioni privilegiate: previste multe salate e il bando dall'esercizio delle attività professionali.

Quante volte ne abbiamo sentito parlare: il caso Parmalat, le agenzie di rating, Monte dei Paschi, in tutte queste occasioni è spuntato il reato di insider trading. Per chi non lo sapesse, lo si può tradurre come “abuso di informazioni privilegiate”, cioè quando si sfruttano notizie non pubbliche che riguardano determinati
strumenti finanziari: se queste notizie fossero state pubblicate avrebbero inciso sul mercato. Bisognerà pensarci più di una volta prima di commettere un simile reato.
Il Parlamento Europeo ha infatti deciso di mettere da parte il buonismo e di evitare qualsiasi tipo di sconto: le multe che sono previste nei prossimi mesi potranno arrivare fino al 15% del fatturato realizzato ogni anno dalla società, mentre nel caso di persone fisiche verranno richiesti anche cinque milioni di euro. source
Sicuramente è ancora troppo presto per capire se il giro di vite avrà effetti positivi, comunque si sta parlando di un illecito che ha rilevanza penale e con cui non si scherza.
Il nuovo regolamento andrà a colpire chi si renderà protagonista di una violazione della legge comunitaria. Inoltre, le multe saranno idealmente accompagnate dal bando temporale o addirittura permanente dei responsabili: questo significa che i reati più gravi provocheranno una condanna pesante, cioè l’impossibilità di esercitare qualsiasi tipo di attività professionale nelle società di investimenti.
I consumatori meritano una tutela maggiore, ragione per cui le nuove regole saranno introdotte immediatamente in relazione ai famigerati strumenti derivati e alle operazioni che hanno a che fare con i tassi interbancari (lo scandalo Libor fa ancora parlare di sé per la sua gravità).
Ogni governo comunitario potrà applicare il regolamento nel giro di due anni, ogni ritardo può essere nocivo