La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 12 luglio 2013

Il vizietto di Deutsche Bank, nascondere i pericoli

La principale banca tedesca era solita occultare in bilancio alcuni prestiti, in modo da non svelare i rischi agli investitori: gli istituti coinvolti sono Monte dei Paschi e Banco do Brasil.

Deutsche Bank non riesce a stare lontana dai guai: il primo istituto di credito tedesco è riuscito infatti a realizzare miliardi e miliardi di dollari grazie ai prestiti concessi ad altre banche, un viziaccio che dura ormai da cinque anni, visto che è dal 2008
che queste operazioni non sono state accompagnate dall’iscrizione in bilancio. I prestiti occulti, dunque, non hanno mai consentito di accertare i rischi che potevano correre gli investitori.
I due paesi coinvolti sono il Brasile e, purtroppo per noi, l’Italia. Si tratta di ben 2,5 miliardi di euro relativi a Monte dei Paschi di Siena e a Banco do Brasil. Inoltre, la stessa tecnica è stata sfruttata per salvare Dexia, banca di nazionalità franco-belga che ha fatto molto parlare di sé nel 2011. I colossi della finanza continuano a nascondersi i pericoli e nessuno fa nulla per evitarlo. Deutsche Bank è stata capace di far diventare sospetti quasi quattrocento miliardi di euro, la somma in denaro di quei beni che sono stati indicati in bilancio in maniera diversa da quello che realmente erano. source
Il gruppo di Francoforte ha risposto alle accuse ricordando come le sue procedure siano meticolose e attente, ma non basta. Ma perché occultare tutto ciò? Secondo alcuni analisti, la mossa è utile per convincere gli investitori che la compagnia ha abbastanza capitale per gestire gli asset più pericolosi e in grado di generare perdite.
Trattative simili sono state intavolate con due banche greche in difficoltà economiche: si tratta della National Bank of Greece e della Hellenic Postbank, per non parlare di Al Khaliji, istituto di credito del Qatar. Non ci si può proprio fidare di nessuno, ma si era già capito che l’accoppiata Deutsche Bank-Monte dei Paschi era potenzialmente pericolosa quando sono stati scoperti i derivati che hanno fatto scoppiare lo scandalo della banca senese.