La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 20 giugno 2013

Wall Street nel panico ... allacciate le cinture di sicurezza

E' questo il titolo di una newsletter che circola sul floor del NYSE. 

Si teme il rallentamento del piano di acquisto di bond da parte della Fed. Eppure Bernanke ha rassicurato.



"Allacciate le cinture di sicurezza". Il titolo di una newsletter diffusa quotidianamente sul floor al NYSE rende l'idea dell'aria che si respira tra gli investitori all'indomani del
termine della riunione della Fed. "Il commento arrivato da (governatore Ben) Bernanke che ha davvero acceso i fuochi d'artificio è stato quello relativo alla tempistica" del cosiddetto "tapering", il taglio del passo con cui la Fed acquista Treasury e bond ipotecari, ora equivalente a un valore mensile di 85 miliardi di dollari.
Il fatto che un freno alla liquidità immessa nel mercato possa verificarsi quest'anno e - economia permettendo - terminare l'anno prossimo ha lasciato delusi trader e gestori. Eppure, fa notare Michael Emancipator, vicepresidente associato di Callahan Financial Services "quella tempistica è esattamente quanto il consensus di mercato si aspettava". Tanto più, aggiunge l'esperto, che "Bernanke ha reso chiaro che la Fed potrebbe invertire nuovamente la rotta del processo di 'tapering' se le condizioni economiche dovessero indebolirsi". Sembra insomma che "i trader abbiano completamente ignorato questa rassicurazione". source
Dopo pochi minuti di scambi, gli indici non fanno che ampliare le perdire. Il Dow Jones, che aveva aperto in calo di 89 punti, ne lascia ora sul terreno 173, l'1,13%, a quota 14.950. E' stata così rotta la soglia psicologica dei 15.000 punti. Il Nasdaq lascia sul terreno 42 punti, l'1,23%, a quota 3.402, l'S&P 500 scivola di 19 punti, l'1,16%, a quota 1.610. Tonfo per petrolio ed oro: il greggio continua la discesa con un -2,51% a 95,79 dollari mentre il metallo giallo rompe al ribasso la soglia dei 1.300 dollari all'oncia registrando un -5,9% a 1.293 dollari all'oncia,