La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 26 aprile 2013

Italia, disoccupazione record: 35,3%


E' il livello più alto dal 1977. 

ISTAT
I senza lavoro sono saliti da 1,3 a 2,7 milioni.

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) nel 2012 ha toccato il record assoluto. Il livello si è, infatti, attestato al 35,3%, il livello più alto da 35 anni, ovvero dal 1977, inizio delle serie storiche
ricostruite dell’Istat. L’istituto ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi dei principali aggregati del mercato del lavoro, superando in questo modo il break dovuto al cambio di indagine avvenuto nel quarto trimestre del 1992. «La pubblicazione di serie storiche sempre più lunghe e coerenti con i dati diffusi correntemente amplia le possibilità di effettuare analisi di lungo periodo sul mercato del lavoro». Se la disoccupazione giovanile ha toccato un massimo il tasso d’inattività, invece, ha segnato un minimo storico assoluto, scendendo dal 42,5% del 1977 al 36,3% del 2012, il livello più basso da 35 anni.

IN ITALIA IN 35 ANNI DA 1,3 A 2,7 MILIONI DISOCCUPATI, PESANO EFFETTI DEMOGRAFICI. 
Il numero di disoccupati è cresciuto da 1 milione 340 mila del 1977 a 2 milioni 744 mila del 2012. Quindi è più che raddoppiato in 35 anni. Lo rileva l’Istat, precisando che sul dato, come su tutti gli aggregati relativi forze lavoro, influiscono effetti demografici (la crescita della popolazione nei 35 anni considerati).

DISOCCUPAZIONE NEL MEZZOGIORNO RADDOPPIATA IN 35 ANNI. 
In Italia il tasso di disoccupazione é passato dal 6,4% del 1977 al 10,7% del 2012. Sebbene presenti andamenti simili nelle tre macro aree, ha segnalato ritmi di crescita differenti. In 35 anni il Mezzogiorno ha mostrato la crescita maggiore, con il tasso più che raddoppiato: dall’8% del 1977 al 17,2% del 2012. source

QUI il report dell'ISTAT...Occupati_e_disoccupati_-_24_apr_2013_-_Testo_integrale.pdf