La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 20 dicembre 2012

Pericolo 'fiscal cliff', ma gli Stati Uniti potrebbero già essere in recessione


MarketWatch: segnali poco incoraggianti dai dati.

Il 'fiscal cliff' è da settimane l'incubo degli americani, il primo tema trattato da quotidiani e televisioni, l'arena dove si sfidano il presidente, Barack Obama, e lo speaker della Camera, John Boehner, democratici e repubblicani.
Evitare il 'precipizio fiscale', in cui cadranno gli Stati Uniti nel 2013 senza un
accordo che permetta di evitare l'aumento delle tasse per tutti e pesanti tagli alla spesa, sarà fondamentale per l'economia statunitense.
Riusciranno i due grandi partiti a salvare gli Stati Uniti dal disastro, magari con un accordo all'ultimo minuto? Attenzione, fa notare MarketWatch, il Paese potrebbe, in realtà, già essere in recessione.
Nel Paese, si è diffusa la convinzione che un accordo per evitare il 'fiscal cliff' risolverà tutti i problemi e che ci sarà un nuovo ciclo positivo per l'economia, scrive il sito di informazione finanziaria. source 
Ma i dati preannunciano un futuro diverso: secondo il conto delle partite correnti, il volume delle importazioni è sceso per il secondo trimestre consecutivo.
Un evento raro, che fa alzare la “bandiera rossa” della recessione, secondo Robert Brusca, capoeconomista alla Fao Economics.
Quando l'economia s'indebolisce, le importazioni calano in maniera ancora più veloce, ha fatto notare Brusca. Una diminuzione del volume delle importazioni per due trimestri consecutivi non si verificava dal 2009, durante la crisi.
Quando le importazioni diminuiscono, significa che ci sono incertezze sul fronte interno; la recessione è “un rischio reale”, secondo Brusca.