La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 20 dicembre 2012

Perchè è slittata l’entrata in vigore di Basilea 3


I provvedimenti fissati dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria non partiranno più dal prossimo 1° gennaio, ma comunque nel 2013: non è stato possibile organizzare il meeting tra Consiglio, Parlamento e commissione UE.

Ancora uno slittamento per Basilea 3: le norme che riguardano le banche europee non saranno applicate a partire dal prossimo 1° gennaio, come auspicato da più parti, ma tutto avverrà comunque nel 2013. Che cosa si intende con questo termine e perché si sta ritardando ancora la sua introduzione? L’espressione “Basilea 3” indica una serie di misure e provvedimenti che sono stati appunto approvati dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria dopo lo scoppio della crisi economica del
2007-2008.
L’obiettivo è quello di rafforzare la regolamentazione del settore, con azioni di vigilanza e rendendo efficace la capacità di gestire i rischi principali. La presidenza cipriota dell’Unione Europea doveva organizzare il meeting tra Consiglio, Parlamento e Commissione, ma non è stato possibile. La riunione è stata quindi spostata a gennaio. Resta il fatto che vi sono ancora diversi punti di vista sulle regole, ma l’ottimismo è grande: cerchiamo di capire di cosa si tratta.
Il nodo principale rimane quello dei bonus destinati ai banchieri, visto che Stasburgo li vorrebbe più bassi rispetto alle richieste dei paesi membri. Una delle principali regole fissate da Basilea 3, poi, riguarda il requisito minimo di patrimonio, il quale deve essere pari all’8% in relazione alle attività che sono ponderate per il rischio. Altro elemento fondamentale è il Tier 1, vale a dire il requisito del patrimonio di base, non inferiore al 6%.
Le banche europee, inoltre, devono anche mantenere un capitale aggiuntivo superiore ai livelli minimi, il cosiddetto “cuscinetto” o “buffer” (2,5%): il capitale, comunque, non può che essere di alta qualità. Tutti questi meccanismi sono stati pensati per essere introdotti in maniera progressiva e graduale, dunque non bisogna stupirsi più di tanto per il nuovo rinvio.
di Simone Ricci