La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 20 dicembre 2012

Il Giappone pompa moneta e DEFICIT

Il nuovo governo di Shinzo Abe si butta nell'avventura della grande incognita del superstimolo monetario.
Malgrado un deficit di bilancio intorno al 10% del Pil, si avvia a proporre alla Dieta un pacchetto di 10 trilioni di yen (circa il 2% del Pil).

Da anni l’economia giapponese stenta a crescere, malgrado grossi deficit di bilancio, immani debiti pubblici e
una politica monetaria accomodante. In questa situazione bisogna fare qualcosa, e le cose da tentare sono due. Primo, fare qualcosa di diverso, ma non si sa bene cosa. Secondo, insistere sui deficit e sull’accomodamento monetario. Implicito in questa seconda scelta è il giudizio che le politiche espansive sono state troppo timide, e bisogna a questo punto gettare alle ortiche la timidezza e andare avanti con più stimoli.

Il nuovo governo di Shinzo Abe si avventura quindi nella pratica zeppa di incognite del superstimolo. Malgrado un deficit di bilancio intorno al 10% del Pil, si avvia a proporre alla Dieta un pacchetto di 10 trilioni di yen (circa il 2% del Pil). La ‘cura da cavallo’ consisterebbe in un contemporaneo supporto monetario (questo deve essere approvato dalla Banca del Giappone, e Abe ha già indicato che alla prossima scadenza del governatore avrà un suo candidato ad hoc). Il combinato disposto sarebbe quindi una espansione del deficit, finanziata direttamente o indirettamente, dalla creazione di moneta. Una combinazione che farebbe inorridire la Bundesbank. Ma, bisogna provarle tutte, per riportare l’economia giapponese sulla retta via.
Japan Today