La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 7 novembre 2012

Obama esulta ma ora cominciano i problemi.


Usa. Per Fitch a rischio la "tripla A".

Contrordine, capitali! La conferma di Obama è l'occasione buona per passare all'incasso!
L'agenzia Fitch minaccia di downgradare nientemeno che i titoli pubblici degli Stati Uniti.

Il presidente americano Barack Obama, che é stato rieletto per un secondo mandato, deve agire
rapidamente per evitare il «fiscal cliff», il precipizio fiscale, che rappresenta un rischio per la ripresa e per la «tripla A» degli Stati Uniti. L'agenzia di rating Fitch ha lanciato il warning senza alcun timore reverenziale per il giorno di festa di quello che è -teoricamente - l'uomo più potente della Terra. Ma il capitale finanziario globale sa di avere nelle sue mani armi forse più devastanti delle testate nucleari, perché - al contrario delle bombe atomiche - possono essere usate e vengono quotidianamente usate in ogni angolo del pianeta. source

Da prossimo gennaio scadranno i bonus fiscali per gli statunitensi superricchi. Decisi oltre dieci anni fa  dall'amministrazione di George W. Bush, erano stati prorogati da Obama. In caso di mancata nuovo proroga, questi chiacchieratissimi super-rich pagheranno più tasse. Il che viene ovviamente considerato una sciagura da chi si trova in questa condizione e sperava nell'elezione di Romney. Ma oltre a questo, ci dovranno essere anche una serie di tagli "automatici" alla spesa pubblica statunitense (poco sociale e molto militare-amministrativa), con gravi ripercussioni per l'economia interna, già indebolita dalla crisi.

La nota dell'agenzia di rating Fitch Ratings ricorda in effetti che se non si risolve la questione del «fiscal cliff» ci sarà «probabilmente un downgrade del Paese nel 2013». Una minaccia niente affatto velata: «il problema del presidente Obama e del Congresso é affrontare di petto le scelte difficili su tasse e spesa». E il tempo è davvero poco: l'amministrazione deve agire «nelle prossime settimane se gli Stati Uniti vogliono evitare una crisi economica e fiscale»