La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 20 giugno 2012

America "tirrem innanz" e ... nuova stampante per Benny

Crisi: Fed taglia stime crescita Usa. 
Bernanke, pronti a nuove misure.

La Federal Reserve ha tagliato le stime di crescita degli Usa per quest'anno di mezzo punto percentuale. Alzate invece le previsioni sul tasso di disoccupazione rispetto alle stime di due mesi fa...

La Fed prevede ora per gli Usa una crescita del 2,4% per il 2012 e un tasso di disoccupazione all'8,2%.

La Federal reserve e' comunque pronta a misure addizionali se il mercato del lavoro non migliora. Lo ha detto il presidente Ben Bernanke, che ha pero' aggiunto che la politica monetaria non puo' risolvere tutti i problemi.

Gli Stati Uniti sono anche pronti - ha quindi assicurato Bernanke - a lavorare con l'Europa per risolvere la crisi dell'Eurozona ''se cio' sara' costruttivo''. Lo ha detto il presidente della Fed, Ben Bernanke, aggiungendo che i provvedimenti che sta prendendo l'Europa sono ''molto importanti''.

La Federal reserve mostra quindi una visione piu' pessimistica rispetto alle previsioni del 25 aprile scorso quando stimo' una crescita del 2,9% per quest'anno e un tasso di disoccupazione al massimo all'8%.

Con l'economia che cresce lentamente e i prezzi dell'energia, specialmente benzina e gasolio in ribasso, ha spiegato poi la Fed, le pressioni inflazionistiche hanno fatto registrare una dinamica inferiore alle previsioni, per questo le stime sono state riviste in calo all'1,2-1,7% rispetto alle precedenti proiezioni di aprile, attestate tra l'1,9 e il 2%.

Tagliate anche le stime di crescita sul piu' lungo periodo: per il 2013 si prevede ora una crescita del 2,8% rispetto il 3,1% di incremento previsto ad aprile. Per il 2014 poi, la Fed stima ora una crescita dell'economia
all'1,11% rispetto all'1,32% di aprile. source