La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 29 maggio 2012

La crisi "morde " l'Hi-Tech


Hp: licenziamento 27mila dipendenti è ufficiale. I motivi....previsti 27mila licenziamenti per piano di riorganizzazione azienda.

Hp nell’ultimo trimestre ha riportato profitti per 1,59 miliardi di dollari, 80 centesimi per azione, in calo dai 2,3 miliardi, 1,05 dollari per azione, dello stesso periodo dell'anno scorso (escludendo i costi di ristrutturazione l'utile per azione e' calato da 1,24 dollari a 98 centesimi per azione)....

La società a febbraio aveva previsto profitti tra 88 e 91 centesimi per azione, al di sotto delle stime degli analisti e il giro d'affari è calato del 3% a 30,69 miliardi di dollari, al di sopra dei 29,92 miliardi attesi dal consensus.

Per il terzo trimestre Hp prevede profitti tra 94 e 97 centesimi per azione, sotto gli 1,02 dollari attesi dagli analisti, mentre ha alzato le stime per l'intero anno a una forchetta tra 4,05 e 4,10 dollari per azione, dai 4 dollari di cui aveva parlato a febbraio. Intanto il colosso dell’informatica ha confermato il taglio, già annunciato qualche tempo fa, di 27mila dipendenti entro la fine dell'anno fiscale 2014, pari all'8% della forza lavoro totale e prevede di risparmiare così tra 3 e 3,5 miliardi di dollari entro la data prevista.

Il gruppo californiano ha inoltre fatto sapere che, per cercare di contenere i licenziamenti, offrirà pacchetti di pensionamento anticipato. L’amministratore delegato Meg Whitman ha spiegato che “Il piano servirà a organizzare ulteriormente le attività”.

E dopo Hp, tagli del personale in arrivo anche in casa Rim.

Dopo la notizia del taglio di ben 30mila posti di lavoro in casa Hp, pari a quasi il 10% del suo organico totale che raggiunge 320.000 persone, anche Rim si prepara a tagliare il suo personale.

Colpa della crisi economica che non sta risparmiando nessuno, neanche i grandi colossi, come queste operazioni di riorganizzazione del lavoro confermano. Rim, infatti, è pronta a tagliare almeno 2.000 posti di lavoro in tutto il mondo. Secondo il quotidiano canadese Globe and Mail, la tornata di licenziamenti è prevista per i primi di giungo e comunque prima della fine del primo trimestre fiscale.

Un'altra fonte vicina alla società, ha riferito invece che i licenziamenti potrebbero interessare fino a 6.000 persone nelle divisioni marketing, vendite, assistenza legale e risorse umane.

Ricordiamo che Rim ha attualmente 16.500 dipendenti a livello globale, ha registrato un crollo dell'80% nelle vendite nell'ultimo anno e aveva già subito un lo scorso luglio un taglio di circa 2.000 posti di lavoro.  Questo nuovo provvedimento dovrebbe essere annunciato ai primi di giugno. source