La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 10 maggio 2012

Crescita senza abbandonare il rigore: una soluzione radicale

Il problema dei problemi che sta affrontando l'Europa è come dare una forte spinta alla crescita economica senza allentare il rigore che deve portare a diminuire lo stock di debito pubblico.....


Una soluzione esiste, ma (come per la proposta che abbiamo fatto per la riforma del sistema fiscale:  “Una riforma radicale del fisco”) è troppo radicale per poter essere presa in considerazione dalla politica.
La soluzione, che naturalmente andrebbe concordata a livello europeo, è quella di consentire alle nazioni che lo desiderano di affiancare all'Euro un sistema di pagamento alternativo basato su una moneta decrementale elettronica.
Vediamo, in maniera estremamente semplificata, come potrebbe funzionare.
In primo luogo si dovrebbe emanare una legge che istituisce un sistema di pagamento elettronico, gestito dallo Stato, basato su una moneta esclusivamente elettronica e decrementale. Ciò significa creare una infrastruttura pubblica per la gestione dei pagamenti effettuati con questa moneta elettronica. Ogni cittadino dovrebbe essere dotato di un portafoglio elettronico. Un modello base di tale portafoglio elettronico dovrebbe essere messo a disposizione gratuitamente dallo Stato (vedremo poi l'aspetto delle risorse da reperire).
Naturalmente, la legge darebbe valore legale ai pagamenti effettuati attraverso questa moneta. Tutti i prezzi continuerebbero ad essere espressi in Euro, ma potrebbero essere saldati indifferentemente in Euro o nella nuova moneta.
La nuova moneta dovrebbe essere decrementale. Ciò significa che ogni giorno dovrebbe perdere un po' del suo valore e quindi sarebbe conveniente spenderla. Una ipotesi potrebbe essere quella di fargli perdere 0,35 millesimi del suo valore al giorno, pari a circa il 12% annuo. Il fatto che la moneta sia decrementale è l'aspetto centrale di tutta la soluzione.
Una moneta decrementale non crea problemi di debito pubblico perché si estingue da sola nel tempo. Al tasso decrementale sopra indicato, dopo circa 5 anni e mezzo, la metà della moneta emessa non sarebbe più in circolazione. source
di Alessandro Pedone...Svolge attivita' di formazione per professionisti nel settore della finanza e collabora con riviste del settore (Investire e Investimenti Finanziari).
E' consulente dell'Aduc per gli investimenti finanziari e fondatore di questo sito Internet.