La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 3 aprile 2012

Usa, i pignoramenti fanno crollare i prezzi immobiliari


I pignoramenti rischiano di avere ulteriori effetti a catena sul settore immobiliare d'Oltreoceano. Saranno circa 1,25 milioni, infatti, le abitazioni che verranno messe all'asta nei prossimi mesi...

A sbloccare le vendite è stata, lo scorso febbraio, la chiusura dell'inchiesta durata per tutto l'arco di un anno....

L'anno scorso – fa sapere l'agenzia Bloomberg – è stato venduto circa un milione di case pignorate dalle banche: per il 2012 si stima un +25%. Ma i loro prezzi sono destinati a calare per via dell'inevitabile usura a cui sono andate incontro nel tempo. Circa 500 mila case negli Usa sono libere: molte sono «pesantemente danneggiate». Difficilmente, infatti, vengono sottoposte a manutenzione: cosa che fa scendere rapidamente il loro valore. Le abitazioni che sono rimaste “bloccate” per meno di un anno saranno cedute all'incirca al 35% in meno rispetto alla valutazione stabilita degli istituti, stando a un rapporto diffuso dalla Federal Reserve Bank di Cleveland. Una perdita che sale fino al 60% quando si arriva ai due anni.

Ma, se il mercato verrà inondato da case pignorate a prezzi stracciati, si rischiano ripercussioni a catena sui prezzi. «Riguardo a queste proprietà – spiega Karl Case, uno degli ideatori dell'indice S&P/Case-Shiller – bisogna chiedersi quante verranno vendute e influenzeranno i prezzi e quante, invece, si riveleranno totali perdite. A seconda delle loro condizioni, potrebbero avere un pesante impatto sui prezzi immobiliari». Per quest'anno, dunque, si stima che l'indice possa segnare un calo comprereso fra il 5 e il 10%. source