La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

domenica 1 aprile 2012

Migliaia di Carte di Credito a rischio

 Occhio a questa NEWS.....

Secondo il Wall Street Journal, Global Payments, intermediario tra commercianti e banche, ha scoperto agli inizi di marzo l’attività truffaldina di alcuni hacker che, tra il 21 gennaio e il 25 febbraio, sono riusciti a dirottare i pagamenti di migliaia di utenti su pos (sistemi elettronici di incasso) clonati e ad
impadronirsi dei dati di autenticazione delle loro carte di credito, alimentando in tal modo altri prelievi fraudolenti all’insaputa degli utenti.


"Global Payments ha prontamente allertato gli altri autori del settore finanziario, ritardando l’ammissione al grande pubblico. Il comunicato stampa emesso dalla società è scarso di dettagli, ma Global Payments ha indetto una conferenza stampa per Lunedì 2 aprile, per condividere ulteriori informazioni su quanto accaduto. “Global Payments Inc. (NYSE: GPN), a leader in payment processing services, announced it identified and self-reported unauthorized access into a portion of its processing system. In early March 2012, the company determined card data may have been accessed. It immediately engaged external experts in information technology forensics and contacted federal law enforcement. The company promptly notified appropriate industry parties to allow them to minimize potential cardholder impact. The company is continuing its investigation into this matter. It is reassuring that our security processes detected an intrusion.
 It is crucial to understand that this incident does not involve our merchants or their relationships with their customers

Non è chiaro nè cosa sia stato rubato, né, tantomeno, quante siano le persone coinvolte: PSCU, un fornitore di servizi finanziari online alle cooperative di credito, ha avvisato i propri 482 clienti che ben 56.455 conti di Visa e MasterCard sono stati compromessi e che 876 conti mostrano la presenza di evidenti attività fraudolente. Questo è solo un indizio di quello che può essere il danno potenziale di questo furto di dati, secondo il giornalista Brian Krebs del Wall Street Journal .
Secondo il giornalista della nota testata giornalistica sarebbero centinaia di migliaia i titolari di carte di credito potenzialmente a rischio. Sembra comunque che il furto di dati sia circoscritto ai soli proprietari di carte di credito residenti negli Stati Uniti d’America. Da alcune fonti sembra che il reato sia stato commesso da una banda dell’America centrale: gli hacker si sono infiltrati nel sistema di Global Payments, rispondendo correttamente alle domande di autenticazione su un conto amministrativo poco protetto. Queste indiscrezioni sono state confermate. Intanto Visa e MasterCard hanno prontamente annunciato che le loro reti non sono state in alcun modo compromesse, mentre le aziende di credito stanno tenendo sotto monitoraggio i conti dei propri utenti per verificare eventuali attività insolite: a seconda della gravità della situazione, potrebbe essere decisa l’emissione di nuove carte di credito. source