La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 6 aprile 2012

Cautela a Wall Street in attesa dei dati sull’occupazione

Guest Post
di Lina Cagossi

E’ l’ultima seduta della settimana e gli investitori si dimostrano molto cauti prima della pausa pasquale e in attesa dei dati sul mercato del lavoro. Fino a questa mattina il bilancio settimanale per lo S&P 500 era negativo, la peggiore settimana del 2012....
Una settimana caratterizzata dal ritorno dei timori per la situazione in Europa e dalla conferma che la Federal Reserve e la Bce per ora non hanno intenzione di intervenire per stimolare ulteriormente l’economia e i mercati finanziari. Doveva succedere prima o poi, mi dice Doreen Mogavero, Presidente, Fondatrice e Amministratore Delegato del floor broker Mogavero Lee & Co. Che nota come la reazione dei mercati sia stata disciplinata e non innescata dal panico, forse perche’ tanti traders se lo aspettavano, almeno da Ben Bernanke. La Federal Reserve tuttavia ha solo indicato di non voler agire adesso ma secondo Doreen lo fara’ se necessario, ci sara’ sempre, e il mercato lo sa. Doreen vede piuttosto piu’ probabile un cambiamento di direzione da parte della Bce solo perche’ la situazione e’ nettamente differente nella zona euro. Doreen, come tante persone sul floor con cui ho parlato nelle scorse settimane, non vuole altri stimoli da parte della Fed. E’ vero, sara’ un recupero molto lento ma il mercato dovrebbe contrattare sui fondamentali e abituarsi prima possibile ad andare avanti senza gli stimoli esterni. E Doreen nota anche il paradosso delle reazioni del mercato: quando il Presidente della Fed dice che l’economia e’ in ripresa e non c’e’ bisogno di stimoli il mercato dovrebbe festeggiare…e una reazione al ribasso – come quella che abbiamo visto – ci dice che la paura regna ancora tra gli investitori.
Come sappiamo tutti domani saranno pubblicati i dati sul mercato del lavoro di marzo e non vedremo una reazione almeno per l’azionario americano. La vedremo sul mercato obbligazionario, in Europa e domenica in Asia. Gli investitori americani avranno un paio di giorni per digerire i numeri e per fare le proprie scelte lunedi’. Secondo Doreen non succedera’ molto. Le previsioni sono per una creazione di 205 mila nuovi posti di lavoro (Bloomberg News) e un tasso di disoccupazione stabile all’8,3%. Numeri che non cambiano molto la situazione secondo Doreen e per vedere una reazione del mercato dovremmo avere un miglioramento del mercato del lavoro molto piu’ deciso.
Con Doreen ho commentato anche i dati sulle vendite di marzo per le catene della grande distribuzione. Numeri davvero positivi, grazie alle temperature piu’ miti della media e alla Pasqua anticipata rispetto all’anno scorso. Doreen e’ molto scettica, e’ sorpresa dai dati positivi e non crede che continueranno ad essere cosi’ buoni nei prossimi mesi, con i rincari della benzina tipici dei mesi estivi e che si aggiungono a quelli riscontrati di recente. Dati tuttavia molto guardati soprattutto perche’ contano per circa il 40% degli utili dell’intero trimestre, secondo i calcoli degli analisti di Barclays.
Buona Pasqua a tutti – a lunedi’! source