La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

domenica 11 marzo 2012

Opinioni dall'estero....l'Impressionante primo ministro d'Italia ha cambiato politica interna ed europea

Dall'estero ci vedono così.....

Dall'Economist...
Questo è il rispetto per Mario Monti che alcuni lo paragonano a Lucio Quinzio Cincinnato, il patrizio richiamato dalla pensione per salvare l'antico Roma. La leggenda racconta come Cincinnato stava lavorando nei suoi campi in 458BC quando è stato avvicinato da messaggeri, ha detto di indossare la toga e ha informato che era stato nominato dittatore per sei mesi per affrontare gli Equi, che aveva intrappolato un esercito romano. Dopo aver sconfitto i nemici, Cincinnato ceduto i suoi poteri assoluti e ritornò all'aratro, rifiutando tutte le spoglie e regali.

Così, quando l'Italia dovette affrontare il disastro dello scorso anno, con i mercati obbligazionari che
stavano per spingerla verso il fallimento, il signor Monti è stato convocato dalla sua esistenza tranquilla come presidente dell'Università Bocconi di Milano e la salvia sulle questioni europee. Nominato senatore a vita, ha preso il potere dal dissoluto Silvio Berlusconi il 16 novembre. Ha nominato un gabinetto di tecnocrati, nominando se stesso ministro delle Finanze ed ha rifiutato uno stipendio per i suoi lavori di gabinetto.

In tre mesi ha tirato indietro l'Italia dalla catastrofe. Tagli alla spesa, gli aumenti fiscali e delle riforme-plus pensione, cominciando una campagna senza pari contro l'evasione fiscale, ha messo le finanze pubbliche di nuovo in pista per equilibrare il bilancio del prossimo anno e, con fortuna, per cominciare a pagare il debito colossale poi. Per contribuire a rilanciare la crescita Commissario Monti vuole liberalizzare professioni chiuse, come i farmacisti ei notai, e semplificare la burocrazia. Il passo successivo è più difficile: la riforma d'Italia sclerotica del doppio mercato del lavoro.

La minaccia di fallimento si è allontanato come i rendimenti sui titoli di stato italiani sono diminuiti. Questo ha molto a che fare con un altro italiano: il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, che ha incasinato le banche europee di liquidità. Ma Draghi è stato in grado di agire in parte perché il signor Monti aveva restaurato la credibilità in Italia. Significativamente, i rendimenti italiani sono tornati di nuovo sotto di quelli della Spagna, che vuole infrangere il suo mandato UE-obiettivo di un disavanzo di quest'anno. Appena 100 giorni di governo, il Commissario Monti ha curato numerose riforme che il signor Berlusconi rifuggiva. E il professore ha mantenuto il suo sostegno sia dai partiti di sinistra che di destra.

Se la competenza economica del Commissario Monti era prevedibile, la sua agilità diplomatica è stata una piacevole sorpresa. Italia, un membro fondatore dell'Unione europea, è tornato al centro di policy-making, dopo l'emarginazione e lo scherno degli anni di Berlusconi. Dopo aver firmato il patto fiscale sulla disciplina di bilancio, il Commissario Monti vuole che l'UE ad adottare una "compatta economica" per promuovere la crescita, soprattutto da liberare tutto il potenziale del mercato unico. Come dice un diplomatico, il signor Monti chiede "più Europa in Italia e più Italia in Europa".

Il Commissario Monti è un tesoro di eurocrati, dopo aver servito due termini come una bestia grossa della Commissione europea. Ma è corteggiato oltre Bruxelles. E 'stato invitato per colloqui con Barack Obama. Cancelliere Angela Merkel si recherà in visita a Roma il 13 marzo. Improvvisamente nella UE la politica è diventata più fluida. Per la Germania, il signor Monti rivendica l'idea che la fissazione l'euro ha bisogno di riforme soprattutto in paesi in difficoltà. Per la Francia è un alleato nelle sue richieste che la Germania fare di più (ad esempio, allargare il fondo di salvataggio). Per la Gran Bretagna si offre aiuto per rientrare all'ovile dopo il suo isolamento in occasione del vertice UE di dicembre. Per i paesi più piccoli si offre la libertà di manovra tra i quattro più grandi. "E 'bello avere di nuovo l'Italia", dice un altro diplomatico. "L'Europa è ora una sedia a quattro gambe".

Significativamente, il Commissario Monti ha sottoscritto una lettera sponsorizzata dalla Gran Bretagna, Paesi Bassi e in altri paesi liberali spingono forte applicazione delle regole del mercato unico, compreso il nomi e cognomi dei paesi che non riescono a rispettare gli impegni di aprire energia e servizi. Gli italiani possono essere meno entusiasti su alcuni altre richieste la lettera, segnatamente per un commercio più libero (l'Italia è stato spesso un perdente nella globalizzazione). Ma la convinzione del Commissario Monti nel mercato unico è fuori di dubbio: è una forte fonte di una nuova crescita, costruisce legami dinamici tra le economie in difficoltà del sud e del nord e conserva l'unità tra euro-zona "ins" e "out", con l'approvazione anche di Angela Merkel. La Germania può resistere alla richiesta di sborsare più fondi bail-out. Ma è troppo chiedere per aprire i suoi mercati, in quanto richiede degli altri sforzi!
Il nuovo rilievo assunto dall'Italia non è tutto frutto delle abilità innate del Commissario Monti. L'UE si compiace per chiunque ma il signor Berlusconi, ei leader sono pronti a rafforzare la mano del Primo Ministro. Molto potrebbe ancora andare storto. Monti non ha ancora dimostrato come può curare la sofferenza più grave in Italia: la sua crescita lenta e cronica. L'economia si prevede in una contrazione di più quest'anno rispetto all'ultimo bilancio che si conosce. La resistenza all'austerità e riforme possono crescere, soprattutto se una recessione profonda minerà il fragile sostegno trasversale al Commissario Monti. Il suo equilibrio è delicato: la Gran Bretagna può trovare il suo integrazionismo difficile da sopportare, la Francia può risentirsi del suo istinto di liberalizzazione e perfino l'autorità del del sig. Monti non può deviare la Germania dalla relativa ossessione controproducente con la sua ossessiva austerità.

Ricordarsi di dimettersi.
Soprattutto, il signor Monti è a corto di tempo. A sistemare l'Italia potrebbe richiedere un decennio, ma il suo mandato si conclude il prossimo anno. Non sarebbe il primo tecnocrate italiano a vedere la sua opera annullata dai politici inetti. Eppure le riforme a lungo termine hanno bisogno di un chiaro mandato democratico. Alcuni nelle persone di Berlusconi del partito della libertà, penso che dovrebbero arruolare il signor Monti per condurli nelle elezioni del 2013. Sarebbe un errore: il suo prestigio si basa sulla non-partigianeria. Dopo aver visto la crisi, il signor Monti dovrebbe andare in pensione.

Questo non vuol dire che il professore non ha futuro politico. Sarebbe un buon candidato nel 2014 alla presidenza della Commissione europea o del Consiglio europeo (che rappresenta i leader). E proprio come Cincinnato venne richiamato una seconda volta, per evitare un complotto per rovesciare la repubblica romana, il signor Monti può ancora essere chiamato a servire come presidente, se l'Italia, anche solo per fugare qualsiasi rischio di future problematiche.