La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

domenica 11 marzo 2012

La parola ai numeri.... INDICI DI BORSA A CONFRONTO


Negli ultimi cinque anni, le borse valori hanno registrato un seppur parziale sentiment dei mercati.
 Infatti nel grafico sottostante, si nota chiaramente la palese differenza dei mercati, rapportata al paese di riferimento.





Ecco il grafico.....
     Fonte: Datastream. Andamento degli indici di Borsa negli ultimi cinque anni.

L'andamento della borsa è ovviamente solo un indicatore (neppure molto preciso) dello stato di salute di un'economia, ma la differenza fra l'indice di borsa italiano e quello di Stati Uniti, Germania e Gran Bretagna è troppo vistosa per non essere considerata anche come la conseguenza dei mali profondi che affliggono la nostra economia e che sono stati impietosamente messi a nudo dalla crisi.
C’è naturalmente un fattore statistico: la nostra borsa è dominata da banche e assicurazioni, dunque dai settori più colpiti in questa lunga fase negativa, ma comunque il fatto che il nostro mercato finanziario non rispecchi la realtà produttiva del paese è un elemento oggettivo di debolezza.
Detto questo, il grafico ci dice che la crisi ha aperto un solco fra l'Italia e gli altri tre paesi che è rimasto sostanzialmente invariato in quasi cinque anni, anzi si è accentuato negli ultimi tempi, perché l'ultima fase di rialzo ha toccato solo in modo marginale l'Italia. Ma quel solco ha un solo nome: il differenziale di crescita attesa del paese, degli utili delle imprese e dunque del valore delle azioni. Come aspettarsi che la Borsa italiana segua quella degli altri paesi quando il nostro Pil aumenta sempre un po' meno degli altri nelle fasi positive e diminuisce più degli altri in quelle opposte? Il grafico è come il test dell'emoglobina: con pochi globuli rossi non sperate di correre al passo degli altri.
Un'ultima indicazione metodologica e polemica: se concentriamo l'attenzione sugli ultimi mesi del grafico, dobbiamo concludere che i tanti titoli di giornale "Vola Piazza Affari" che abbiamo letto negli ultimi mesi, erano - come disse Mark Twain della notizia della sua morte - un tantino esagerati. Guardando non al dato del singolo giorno, ma ad un orizzonte appena più lungo, ci si accorge che almeno fino a quando l'economia italiana non sarà avviata su un sentiero stabile di crescita, la borsa italiana al massimo svolazza. Ma sempre rasoterra. Chiamami Aquila, potrebbe dire la borsa italiana come John Belushi, ma nessuno ci crede. fonte