La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

domenica 5 febbraio 2012

Tutti in attesa di Facebook in borsa, ma sarà veramente un affare?

                   Guest Post.... di Luca Bruci

In questi giorni il social network ha presentato la cosiddetta IPO (Initial Public Offering) cioè ammissione a quotazione con contestuale sollecitazione all'investimento, quindi si preannuncia per maggio 2012 la prima giornata a Wall Street di Fb.
Sicuramente Facebook presenta numeri da capogiro per gli investitori: 845 milioni di utenti attivi, 3.71 miliardi di dollari di fatturato e una crescita del 65% del volume d'affari
nell'ultimo anno di esercizio, quindi avrà in borsa un valore oscillante tra i 5-10 miliardi di Dollari (fonte), con un valore complessivo dell'azienda che oscilla dai 75-100 miliardi di dollari.

Cifre notevoli non c'è che dire, ma il social network è molto appetibile per le società d'investimento, non solo per il fatturato, ma anche per i miliardi di dati che esso né trae, gusti e costumi degli utenti registrati per farla breve.


Infatti molte società già prima che fosse quotata in Borsa, avevano già investito molto denaro in Fb, società come: Microsoft con 140 Milioni di Dollari, Digital Sky Technologies 250 milioni di dollari ed infine Goldman Sachs con 450 milioni di dollari.
Queste società sono infatti adesso pronte a trarne profitto, i profitti di Fb sono per lo più derivati dalla pubblicità, quindi dagli annunci ecc...

L'azienda quotata sul mercato rischia veramente di diventare una grossissima bolla che potrebbe invertire la rotta molto presto, se andiamo a ricordare le ultime società di internet quotate in borsa come Groupon,  Linkedin, Friend Feed ecc.. i loro risultati sono stati molto deludenti. Chi avesse acquistato questi titoli il giorno della loro quotazione adesso si ritroverebbero una discreta perdita, profondo rosso per Groupon a -11%, FriendFeed -83%, Linkedin -23%.
Chissà se Facebook riuscirà a fare meglio, sicuramente in avvio sarà spumeggiante come le altre prima di lei, ma io mi terrei lontano da investire a lungo termine. fonte