La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 6 gennaio 2012

UNGHERIA rating KO... da FITCH..altro ALERT per UNICREDIT & Company

SPAZZATURA.....
Così Fitch declassa il rating dell’Ungheria.

L’agenzia statunitense di rating Fitch ha declassato il merito di credito dell’Ungheria portandolo al livello di “junk” ossia spazzatura. In questo modo ha seguito la decisione già intrapresa da Standard & Poor’s e Moody’s.

Fitch ha comunicato che “Il declassamento dell’Ungheria riflette il deterioramento della posizione fiscale del paese, delle condizioni di finanziamento e delle prospettive di
crescita, causate in parte dalle politiche economiche poco ortodosse, che hanno minato la fiducia degli investitori e complicato gli accordi su un nuovo aiuto da parte dell’Europa e del Fondo Monetario Internazionale.”

A inizio gennaio il Parlamento di Budapest aveva infatti adottato una nuova e controversa legge sulla Banca Centrale ungherese suscitando forti critiche da parte del Fondo monetario internazionale e della Banca centrale europea.
Queste istituzioni avevano deplorato la concentrazione della politica monetaria nelle mani del primo ministro Viktor Orban e la conseguente limitazione delle competenze del governatore dell’istituto centrale ungherese. fonte


L'esposizione di Unicredit e Banca Intesa in Ungheria fanno presagire un'ulteriore downgrade sui titoli italiani, che in quel paese hanno asset finanziari.

***Intanto il Presidente del Consiglio, in un'intervista concessa alla rete all-news France 24, a margine dell'incontro con Nicolas Sarkozy a Parigi dice "Il sistema bancario italiano è tra i piu' solidi...e penso che le difficolta' di Unicredit siano soprattutto legate all'aumento di capitale, che in questa situazione di mercato, ha incontrato alcune temporanee difficolta', ma le banche italiane sono solide"***.fonte

Opinione TRADER & PASSION...

Egreg. Sig. Presidente, quando si parla di solidità bancaria si presume che un AdC serva a capitalizzare il Gruppo per renderlo più solido, evitando se è possibile di far scappare moltitudini di suoi azionisti, che invece si sentono traditi e intrappolati in manovre contorte volte solo a salvare il c..o ad un Board poco trasparente nell'attuare operazioni e lasciando il futuro del Gruppo in balia d'una crisi endemica e sistemica allo stesso tempo.