La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 17 gennaio 2012

Pimco: Grecia spacciata, default a marzo

Legenda..Pimco (Pacific Investment Company Management), azienda di gestione globale degli investimenti fondata nel 1971 con sede a Newport Beach, California.
Nel 2000, PIMCO è stata acquisita da Allianz SE, una grande società di servizi finanziari con sede in Germania, ma l'azienda continua ad operare come struttura autonoma rispetto ad Allianz.

Bill Gross, il numero uno di Pimco, il più grande gestore al mondo di bond, non ha dubbi: la Grecia viaggia dritto verso il crack. In un post pubblicato su Twitter, il finanziere americano scrive: "Lultima ondata di downgrade sulla zona euro, firmata venerdì scorso da Standard&Poor’s, fa luce sui paesi a rischio solvibilità.
Il declassamento di massa lascia intendere che i paesi dell'Eurozona potrebbero anche non essere in grado di rifinanziare il proprio debito. Atene sara' il primo esempio. UBS intanto rilancia: secondo le stime della banca svizzera la Grecia fara' default a marzo. Del resto
tra due mesi scade un maxi bond da 14,4 miliardi di euro.

Venerdi' l'agenzia ha bocciato la cura di ferro franco tedesca, con Francia e Austria che hanno perso la loro tripla A, mentre l'Italia si e' vista ridurre il rating di due gradini a "BBB+".

Dopo che la scorsa settimana i negoziati con le banche sulla ristrutturazione del debito greco hanno subito una sospensione inaspettata, ora le attese del mercato sono tutte concentrate su mercoledì prossimo, quando si terrà ad Atene un nuovo incontro tra Charles Dallara, presidente dell'Institute of International Finance (Iif) con il premier greco Lucas Papademos e il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos per negoziare le modalità di ristrutturazione del debito pubblico di Atene. Sul tavolo resta valida la proposta dell’Iif su una riduzione senza precedenti del 50% del valore nominale dei bond ellenici.

A questo proposito va ricordato che, lo scorso luglio, S&P aveva tagliato il rating sulla Grecia a CC, un livello che sta ad indicare "alta vulnerabilità" e che si posiziona a soli a due soli gradini di distanza dal livello 'D', che indica il default .

Il 18 gennaio i funzionari ellenici incontrerranno i creditori per cercare di riavviare i colloqui congelatisi la scorsa settimana. Le trattative sono quanto mai delicate: si incentrano sulle perdite che i creditori sono disposti a subire nell'ambito di un piano di swap del debito. Con le possibilita' che venga raggiunto un accordo sempre piu' lontane, il rischio di default e' sempre piu' alto.

Le autorita' europee e i creditori puntano a un taglio del 50% del valore del debito ellenico in loro possesso, essendo disposti a scambiare volontariamente i bond in circolazione con nuovi titoli di stato. Tuttavia le due parti non sono state in grado di trovare un'intesa sulla scadenza e sul coupon delle nuove obbligazioni.

L'anno scorso in dicembre il fondo Total Return di Pimco ha aumentato la sua esposizione verso i titoli di stato americani al 30%, una percentuale che si attesta ai massimi da 13 mesi. "Gli investitori dovrebbero continuare a puntare Treasury – ha commentato Gross in una nota dello scorso 4 gennaio – almeno fino a quando l’esplosione del debito europeo resta un’ipotesi credibile". fonte

Nota TRADER & PASSION...
Anche se tutto sembra scritto da tempo e quasi dato per scontato, il sentiment che produrrà quest'evento avrà sicuramente delle conseguenze deleterie per l'Europa.