La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 17 gennaio 2012

Europa...rating tagliato con EUR..USD verso la parità?...+VIDEO

Che l’Euro stia soffrendo non è certo una novità.
Come non c’è nessuna novità nelle analisi che iniziano a girare sempre più volentieri in rete, che vedono come soluzione alla crisi del debito della zona Euro la parità tra le due valute più importanti del mondo.

Già da diverso tempo sosteniamo che il target previsto per il cross Euro/Dollaro è proprio quota “1″ che vedrebbe un ulteriore ridimensionamento del valore del cambio  che ora viene scambiato ancora sopra a 1.2600, nonostante il crollo verticale del
periodo precedente.
Anche le dichiarazioni di Ricardo Caballero (professore di economia al Massachussetts Institute of Technology) e Francesco Giavazzi (docente di economia alla Bocconi ed al MIT) convogliano in questa direzione che non solo vedono come probabile, ma anche come l’unica possibile per salvare la zona Euro.

I problemi del credito che hanno portato alla crisi circa 6-7 mesi fà ed alla situazione di pericolo sui debiti sovrani che tutti conosciamo ora sembrano più accentuati che mai; il recupero che si stava ipotizzando la scorsa settimana è stato stroncato dalla decisione di Standard & Poor’s riguardo al rating dei debiti Europei. Ora ad aggravare la situazione, i due Economisti di cui sopra ragionano sul lungo periodo riguardo le tasse usate per sventare il pericolo recessione, facendo notare che proprio grazie a queste la recessione potrà diventare una realtà visto che gli stimoli per la crescita vengono completamente sedati.

La situazione è talmente critica che un abbassamento del valore dell’Euro rispetto al Dollaro USA viene vista come la soluzione per il momento di crisi; visto che il grosso degli scambi commerciali avvengono poi internamente all’Unione Europea, non si avrebbero neanche conseguenze dirette di tipo economico e tutto sommato il ridimensionamento del valore aiuterebbe a sostenere l’operato dei Governi Europei ma sopratutto quello del Governo Italiano, che tra tutti resta ancora il più discusso. fonte

Oggi le dichiarazioni allarmanti di DRAGHI....


Standard and Poors abbassa il rating del Fondo... di euronews-it