La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 2 dicembre 2011

Goldman Sachs: euro sempre più a rischio

Cresce il rischio del crollo dell'euro, Italia in recessione nel 2012 "parola di Goldman Sachs". 
L'allarme lanciato dalla banca d'affari: "Le possibilità di sviluppi più caotici, sebbene ancora minori, sono aumentate".
"Prevediamo che gran parte della zona euro, Italia, Spagna, Grecia, Portogallo resti in recessione nel corso del 2012", afferma in un rapporto. Per la zona euro la banca d'affari prevede "una contrazione dello 0,8%.
"Nel caso più pessimistico, ma si tratta di un'eventualità molto bassa", Goldam Sachs parla di un "crollo


della zona euro. Secondo i nostri analisti, aggiunge la banca d'affari in un rapporto, "è difficile immaginare un crollo 'ordinato' dell'area euro" che "serebbe invece necessariamente caotica e con un grande impatto negativo sulle economie".
Sul fronte della crescita, "riteniamo che la zona euro è attualmente in recessione e resterà così per tutta la prima metà del 2012, le prime previsioni trimestrali positive da parte dei nostri economisti riguardano il terzo trimestre" si aggiunge nel testo. Per Eurolandia i nostri economisti prevedono una contrazione dello 0,8% con "un'improvvisa, seppur breve recessione in Francia e Germania e una persistente e più profonda alla periferia della zona euro". Il clima economico è peggiorato dalla scorsa estate e i sondaggi tra gli economisti indicano che si è "già in territorio di recessione. E questo è accaduto prima che la maggior parte dei paesi Ue fosse interessata dai programmi di austerity".
In generale per l'area euro dopo la prima metà del 2012 ci sarà una ripresa ma "è difficile prevedere i tempi di questa ripresa, che è parzialemente legata agli sviluppi politici". La banca d'affari sottolinea le aspettative legate al summi Ue della prossima settimana a Bruxelles. "Non ci sono dubbi sulla necessità di risolvere con decisione la questione del rifinanziamento dei debiti sovrani in Europa" si aggiunge nel testo, sottolineanto che le previsioni "presumono una risoluzione della crisi del debito ad un certo punto entro i prossimi mesi". fonte

 
Appunto
Purtroppo meglio che la tristemente nota Banca..."Calamaro Vampiro" qual'è soprannominata Goldman Sachs, credo che nessun'altro possa esprimere dei pareri in merito alle possibili soluzioni dei probabili default in the World, visto che ne è "una" delle principali artefici di queste crisi. Vedi Grecia e non solo.