La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 15 novembre 2011

Una luce... nel buio della crisi finanziaria


Una MID..CAP finanziaria di qualità.
Il Gruppo genovese nel bel mezzo della bufera economica, mostra i muscoli della sua solidità. Nonostante il defilarsi di due partners importanti come CRT e IOR, avvenuto a fine Agosto di quest'anno, (causa deprezzamento dei valori del settore bancario e sopratutto lo IOR banca vaticana, causa pasticcio del San Raffaele), nonostante il Downgrade ormai sistematico (legato al debito italiano) delle agenzie di rating Moody's e Standard & Poor's, il titolo Carige sembra piuttosto tonico, in netta controtendenza rispetto all'andamento degli indici ed in particolar modo dei finanziari. Dopo normali rintracciamenti, oggi di nuovo sugli scudi. Nei primi sei mesi dell'anno i dati erano piuttosto positivi, dal Core tier 1 al 6% eTier 1 al 6,7%, alla raccolta complessiva salita del +6,8% a/a, all'utile netto +5,4% a/a, agli impieghi al 1° sem. che son saliti di un
+9,4% a/a e così via. Varie iniziative ed investimenti sul territorio sono il fiore all'occhiello di questa Banca, nata come Cassa di Risparmio e trasformatasi poi nel 1991 in S.p.A. acquisendo altre realtà liguri-toscane ed espandendosi sia in Italia che all'estero. Ormai questa Spa finanziaria occupa il posto per capitalizzazione come gruppo bancario italiano dopo UNICREDIT, INTESA SANPAOLO, BANCO POP, BANCA MPS ed è sicuramente una realtà positiva nella miriade di altri istituti di credito insediati nel nostro paese
Ulteriore conferma della solidità di questo Gruppo ce l'abbiamo con l'uscita  dell'ultima trimestrale di novembre comentata da Giovanni Berneschi presidente di Banca Carige: "I risultati del terzo trimestre 2011 confermano la positiva situazione economica e finanziaria del Gruppo Carige caratterizzata da una contenuta rischiosita' del portafoglio crediti e da un attento monitoraggio dei costi operativi, realizzati senza sacrificare la tradizionale vocazione del Gruppo a sostenere l'economia del territorio e senza penalizzare investimenti strategici, come quelli in nuove tecnologie"


NONOSTANTE LA CRISI il Gruppo Banca Carige ha fatto meglio sia dei  grandi Istituti di Credito italiani che del colosso tedesco Deutsche Bank.