La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

lunedì 14 novembre 2011

Tempesta sull'Europa...austerità paese per paese

L'Europa si sta dirigendo verso la dura morsa delle misure d'austerità, con profondi tagli nel settore pubblico che dureranno un'intera generazione.
I debiti colossali di eurolandia ed in particolare Grecia e Italia ha superato ogni previsione e i loro tassi di interesse hanno sforato il livello di guardia. Grecia, Irlanda e Portogallo hanno tutti ricevuto massicci salvataggi da parte dell'Unione Europea e dal Fondo monetario internazionale.
Ora vediamo a grandi linee la salute economica di stato per stato.
GRECIA
La Grecia sotto forte pressione dell'Unione europea, è costretta ad adottare il nuovo pacchetto di misure di austerità che i leader UE hanno fissato come condizione per un nuovo salvataggio da 130 miliardi di euro.
Dopo una settimana di agitazione politica un nuovo governo di coalizione ha prestato giuramento il 11 novembre, guidati da un non eletto banchiere - Il primo ministro Lucas Papademos.
Grecia rimane congelato fuori dei mercati creditizi internazionali perché il suo debito sovrano ha lo status di spazzatura.
Dopo essere stata disegno di un pacchetto da 110 miliardi di euro di prestiti concordati dalla UE e dal FMI
nel maggio 2010, per evitare un default i creditori hanno deciso che un secondo piano di salvataggio  era necessario.
Come parte del nuovo accordo, le banche private tenendo debito greco accettano una svalutazione del 50% dei loro rendimenti. Che si prevede di tagliare carico del debito della nazione al 120% del PIL nel 2020.
Per soddisfare le richieste dei creditori, la Grecia ha in programma ulteriori misure di austerità, nonostante l'ondata di proteste e scioperi paralizzanti.
Le misure impopolari includono una nuova tassa di proprietà e la sospensione di 30.000 dipendenti pubblici in pay parziale entro la fine di quest'anno.
Ma l'uscita Pasok ( partito socialista) governo di George Papandreou non ha consegnato su un elemento fondamentale del piano di salvataggio - privatizzazione su larga scala. L'obiettivo è di raccogliere 50 miliardi di euro dalla vendita di beni dello Stato entro il 2015.
Molti greci sentono che le condizioni dei finanziatori internazionali sono intollerabili, condannando il paese ad anni di dolorosi tagli alla spesa e posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione è salito al 18,4%.

Italia
La crisi ha rovesciato il capo veterano che ha dominato la politica italiana per due decenni, Silvio Berlusconi.
L'innesco immediato per la sua caduta è stata in Italia i rendimenti dei titoli impennata, sono entrati nella zona di pericolo 7%, generalmente considerato insostenibile.
I mercati sono ancora nervosi per l'Italia di 1,9 miliardi di euro del debito pubblico (circa il 120% del PIL) con un tasso di crescita anemica.
Un ex commissario Ue, Mario Monti, sembra pronto a sostituire Berlusconi, che è stato punito per non aver fornito velocemente misure di austerità profondamente sufficienti per l'UE.
Il governo Berlusconi ha adottato un pacchetto di austerità nel mese di luglio, con un risparmio del valore di 70 miliardi di euro. C'è incluso un aumento delle commissioni sanitarie, e tagli alle sovvenzioni regionali, agevolazioni fiscali familiari e le pensioni alte dei lavoratori.
Un secondo pacchetto di austerità del valore di euro 58.9 milioni di risparmi è ora all'esame del Parlamento. Esso è destinato a pareggiare il bilancio entro il 2013. Esso comporta anche un aumento delle imposte di vendita, una tassa sul patrimonio rivisto e un giro di vite sull'evasione fiscale.
Nel settore pubblico l'Italia ha tagliato stipendi e il congelamento nuove assunzioni. Sarà sostituito solo un dipendente per ogni cinque che lasciano.

Irlanda
Nel dicembre 2010 il precedente governo irlandese ha accettato dall'UE/FMI un salvataggio del valore 85 miliardi di euro.
Nel mese di luglio, i leaders dell'UE hanno convenuto di una richiesta del nuovo governo di Enda Kenny per abbassare il tasso di interesse dal 6% circa il 3,5% o 4%.
La lunghezza del tempo per rimborsare il prestito è stato anche esteso da 7,5 a 15 anni.
Dal 2008, il costo del salvataggio delle banche è stato di 46 milioni di euro, un enorme buco nelle finanze del governo. Ma che il costo salirà a quasi 70 miliardi di euro a causa stress test bancari, pubblicato nel marzo 2011 ed è emerso inoltre che quattro grandi banche dovrebbero essere anche ricapitalizzate.
Il più duro di bilancio nella storia della nazione, incluso l'impegno a tagliare il deficit di 6 miliardi di euro nel 2011.
La spesa pubblica è stato ridotta da 4 miliardi di euro, con un taglio dello stipendio di almeno il 5% dipendenti pubblici e il benessere sociale ridotto.

Portogallo
Nel maggio di quest'anno il Portogallo è diventato il terzo paese della zona euro a ricevere un enorme piano di salvataggio di 78 milioni di euro da parte dell'UE/FMI.
Un nuovo centro-destra, coalizione di governo si è insediato dopo le elezioni di giugno e ha una maggioranza abbastanza grande da superare le misure di austerità necessarie sotto il bail-out condizioni con lo scopo di portare il disavanzo al 5,9% del PIL entro  quest'anno.
Il precedente governo di minoranza socialista è caduto dopo aver fallito per ottenere l'appoggio dell'opposizione per un nuovo pacchetto d'austerità.
Varie misure di austerità sono già state adottate, come un pay riduzione del 5% per redditi più alti nel settore pubblico, un aumento dell'IVA dell'1% e aumenti fiscali per i redditi alti dei dipendenti. Il bilancio militare è stato ridotto e due progetti dell'alta velocità ferroviaria sono state rinviati.

Spagna
La disoccupazione è più che raddoppiata al 21% dal 2007. E' il più alto tasso in Europa e il più grande problema economico della Spagna. Il tasso tra i giovani spagnoli è arrivato al 46%.
Il governo ha approvato un bilancio di austerità per il 2011 che comprende un aumento delle imposte per i ricchi con tagli di spesa dell'8%.
Dipendenti pubblici hanno avuto il loro taglio dello stipendio del 5% ei salari sono stati congelati per il 2011. L'età pensionabile è stata elevata a 67anni.
L'imposta sul tabacco è aumentata del 28%, ed un piano per vendere il 30% della lotteria nazionale spagnola è stato accantonato.
I socialisti governo e opposizione uniti per far passare una "regola d'oro" nella Costituzione per contenere il disavanzo di bilancio futuri ad un limite rigoroso.
La Spagna ha registrato proteste contro l'austerità, con la tendopoli di fortuna organizzati da giovani che temono un tetro futuro senza lavoro.
I sondaggi suggeriscono che il primo ministro Jose Luis Rodriguez Zapatero si sta dirigendo verso la sconfitta nelle elezioni del 20 di novembre per mano del Partito Popolare Conservatore all'opposizione.

Regno Unito
Il governo conservatore-liberale della coalizione democratica ha annunciato la più grande riduzione delle spese dello stato dalla seconda guerra mondiale .
Risparmio stimato in circa 83 milioni di sterline in quattro anni. Il piano è quello di tagliare 490.000 posti di lavoro nel settore pubblico. La maggior parte dei dipartimenti di Whitehall affrontano tagli di bilancio del 19% in media. L'età pensionabile è a salire 65-66 anni entro il 2020.
Il deficit di bilancio è di circa il 10% del PIL e la disoccupazione, ufficialmente di 2,45 milioni (7,7%), è al suo livello più alto dal 1994.
La rabbia dell'opinione pubblica sui tagli è cresciuta. Più di 250.000 persone hanno manifestato a Londra il 26 marzo, la più grande protesta della città fin dal 2003 durante la guerra in Iraq.

Francia
La Francia ha annunciato piani per 65 milioni di euro di risparmi entro il 2016 . Ha lo scopo di colmare le lacune fiscali e ritirare temporanee misure di stimolo
economico.
I rendimenti più elevati saranno inoltre tenuti a pagare una tassa supplementare di reddito l'1%.
L'IVA su molti beni e servizi verrà aumentata dal 5,5% al ​​7%, se non per beni essenziali come il cibo.
Dell'imposta sulle società per le imprese con un fatturato di oltre 250 euro all'anno anche temporaneamente aumenterà del 5%.
Con le elezioni presidenziali del prossimo anno si profila un governo  che si preoccupa di proteggere  tripla A del rating della Francia.
Ma il piano per innalzare l'età pensionabile da 60 a 62 e la piena età pensione statale 65-67 ha provocato grandi proteste e scioperi nello scorso anno.

Paesi Bassi
Il centro-destra, coalizione formata dopo mesi di trattative dall'8 ottobre dello scorso anno, ha affermato di voler ridurre il budget da 18 miliardi di euro ($ 24 miliardi, 15 miliardi di sterline) entro il 2015.
Ma il nuovo governo deve fare affidamento sul Partito liberal radicale nell'adottare una legislazione e non ci sono dubbi sulla sua redditività a lungo termine.

Romania
Il governo ha proposto tagli salariali del 25% e tagli alle pensioni del 15% lo scorso maggio, per ridurre il deficit di bilancio del paese.
Ci sono state proteste e il ministro Vasile Blaga ha rassegnato le dimissioni dopo che migliaia di agenti di polizia sono scesi in sciopero a causa di un taglio di stipendio del 25%.
L'economia della Romania si è ridotta di oltre il 7% nel 2009 ed ebbe bisogno di un piano di salvataggio del FMI al fine di soddisfare la sua massa salariale.

Germania
Il governo intende ridurre il deficit di bilancio da un record di 80 miliardi di euro entro il 2014. Il disavanzo complessivo nel 2009 era 3,1% del PIL, ma è progettato per essere superiore al 5% per il 2010.
I piani includono un taglio dei sussidi ai genitori, 10.000 tagli governo lavoro nell'arco di quattro anni, e tasse più alte per l'energia nucleare.
La crescita dell'economia tedesca ha rallentato bruscamente tra aprile e giugno ed è stato più debole da inizio anno di quanto si pensasse, come le cifre dimostrano. fonte