La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 23 novembre 2011

Scricchiola la FIDUCIA sulla Germania?!?!


SCRICCHIOLA il Bund tedesco
Eppure fino ad oggi gli investitori si buttavano sui BTP germanici come se fossero mosche, tanto era percepibile la stabilità di questo paese. Cosa è cambiato? Perchè oggi il Bund non tira più così tanto! All'improvviso la Germania perde di credibilità? Nell'asta odierna di nuovi titoli a dieci anni, più di un terzo della somma messa a disposizione per gli investitori non è stata richiesta, ponendo il governo Merkel nella decisione di passare  al mercato secondario il volume rimanente.
Gli analisti già parlano di disastro...che tradotto vuol dire inaspettato disorientamento. Si perchè di
questo si tratta. Fino ad oggi la Germania era il faro, la locomotiva dell'economia europea....ma solo fino ad oggi, perchè ora l'aria sta cambiando anche là. Si da colpa alle turbolenze del mercato, ma non dimentichiamoci che le "cosidette turbolenze del mercato" esistono già da qualche tempo e i titoli tedeschi non ne avevano mai risentito. Che siano gli investitori extra europei a non fidarsi più dell'Europa e della Germania come simbolo di stabilità? Fatto sta che l'intreccio di investimenti in titoli sovrani e turbolenze della zona euro, piano piano stanno demolendo ogni legame che porta ad una qualsivoglia fiducia finanziaria. Com'è noto i tassi di rendimento dei BTP tedeschi sono sempre stati bassi (perchè sicuri) ma stavolta il decennale ha sfiorato il 2%. Non si era mai verificato prima. Il flop dell'asta odierna s'è riflettuta anche sull'indice azionario di Francoforte che a metà della seduta odierna, perdeva lo 0,50%, mentre l'euro poco prima che apra Wall Street, scende ulteriormente a 1,34 contro dollaro USA.