La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 9 novembre 2011

L'Italia se ne và ...nel baratro

Come temevo nel post  di ieri, oggi "LCH Clearnet" (principale gruppo indipendente di clearing house, dove avvengono i maggiori scambi internazionali con proprie piattaforme) ha deciso di radoppiare il margine per accedere all'acquisto dei BTP italiani, costringendo così i Big Investors a vendere per non pagare collateralized così onerosi. Purtroppo quello che temevo s'è avverato. Ormai siamo sull'orlo del baratro...se non dentro. Il punto di non ritorno lo stiamo raggiungendo grazie a tutta questa incertezza politica che altro non ha fatto che portarci dritti in bocca alla speculazione. Prepariamoci a vedere i sorci verdi sia in termini economici che sociali.
***Da domani, insomma, chi ha in mano titoli italiani dovrà versare, a garanzia delle controparti, un margine dell’11,65%, contro il precedente 6,65%. Una decisione simile sui margini era stata presa da Clearnet anche sul debito di Portogallo e Irlanda poco dopo che i Paesi chiedessero aiuto alla Ue.         Gli effetti su Eurolandia sono vistosi: tornano gli acquisti sul Bund tedesco che risale a 138,2 punti, mentre l'euro perde terreno e scivola a 1,373 da 1,382 di stamattina contro dollaro.fonte ***
Un grazie ai nostri politici che continuano a prendere tempo su decisioni urgenti, ponendo così il nostro paese ad essere una facile preda per gli speculatori senza scrupoli.