La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

giovedì 14 luglio 2011

Da che pulpito.....!!!!

Italia nel mirino degli Hedge Fund statunitensi.

Dopo un forte attacco speculativo dei Fondi speculativi americani fonte credo proprio che la tregua sia solo transitoria, o meglio, gli yankee stavolta giocano sporco con la nostra economia e sopratutto con quella del vecchio continente. I loro conti sicuramente non sono migliori dei nostri (anzi) nonostante la debolezza del dollaro la loro economia langue rispetto agli umori che sorvolano Wall Street. Diciamo che dopo l'indebolimento della nostra leadership governativa, tutto questo clamore ce l'aspettavamo. D'altronde dall'altra parte dell'oceano, vedendo questa precarietà, hanno pensato bene di mettere sotto
pressione la nostra economia, costringendo così il nostro management (politici e governanti) ad accelerare una manovra che dia al più presto un certo credito internazionale. Intanto dalla Cina arriva la conferma dall'agenzia Dagong, che oltre al giudizio sull'Italia, dice che anche i conti USA non quadrano, definendo il debito statunitense addirittura “spazzatura”.fonte

Poche ore più tardi una delle tre “blasonate” sorelle del rating (Moody's) “si sforza” mettere gli Stati Uniti sulla revisione per possibile “downgrade”, assieme ad altre istituzioni finanziarie direttamente collegate col governo come: Fannie Mae, Freddie Mac, la Federal Home Loan Banks, e la Federal Banche di Credito Farm. ***Intanto se il 4 agosto prossimo, il Paese non sarà in grado di onorare i pagamenti del debito in scadenza, il suo rating AAA verrà decapitato a livello di “selective default”. John Chambers (direttore esecutivo di S&P e capo del comitato sui rating sovrani), ha chiaramente minacciato il rating “D” per i Treasuries a scadenza 4 agosto.*** fonte
Insomma “parliamoci chiaro” il debito sovrano è diventato un “cancro”che minaccia tutte le economie così dette “avanzate” e se non si riesce a trovare una soluzione transitoria che possa trainare l'economia mondiale ad un punto di equilibrio, dobbiamo aspettarci un periodo piuttosto fosco. Dal canto suo il colosso cinese avanza e si prepara a dominare in un futuro non molto lontano sia l'Europa che l'America. Se devo essere sincero fino in fondo, questo sistema monetario fa acqua da tutte le parti, mettendo in crisi Istituzioni Popoli e Nazioni, che piano piano vengono risucchiate nel vortice dei rigiri di denaro.