La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 17 maggio 2011

L'insider trading è realmente un crimine...

***Sicuramente il pubblico ama a tal punto la caduta di un soggetto finanziariamente avido e titan spietato, tanto da rendere originale Oliver Stone nel film   "Wall Stret ". Gli economisti altresì hanno sostenuto per decenni, che la pratica di   "insider trading  " potrebbe in realtà esser
  "anche  " un beneficio. In pratica, un qualsiasi governo può utilizzare l'amorfo   "reato  " per andar a contrastare quando e come vuole, dopo un'eccellente trader di successo*** Ludwing von Mises Institute
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -   
LEGENDA: Con il termine inglese insider trading s'intende la compravendita di titoli di una determinata società da parte di soggetti che, per la loro posizione all'interno
della stessa o per la loro attività professionale, sono venuti in possesso di informazioni riservate non di pubblico dominio (indicate come "informazioni privilegiate"). Simili informazioni, per la loro natura, permettono ai soggetti che ne fanno utilizzo di posizionarsi su un piano privilegiato rispetto ad altri investitori del medesimo mercato. In questo senso si parla anche di asimmetria informativa.
Possiamo identificare due diversi tipi di negoziazioni che possono considerarsi insider trading:
- La negoziazione di titoli di un'azienda (per esempio, azioni od opzioni) basata su informazioni materiali non di pubblico dominio da parte di soggetti sia interni (insiders) che esterni all'azienda in oggetto: questa pratica è illegale in molte giurisdizioni, ad esempio in quella statunitense è denominata abuso di informazioni privilegiate (market abuse);
- La negoziazione di titoli di una determinata azienda da parte di soggetti interni (insiders) alla stessa ma non basata su informazioni privilegiate: tale pratica, indicata anche come insider dealing, è considerata legale ma è soggetta, in molte legislazioni, a vincoli informativi sulle negoziazioni effettuate mediante la tempestiva comunicazione agli organi preposti al controllo delle transazioni sul mercato borsistico quali, per esempio, la SEC negli Stati Uniti e la CONSOB in Italia.

Ludwing von Mises Institute
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
*** Per comprendere gli obiettivi dell'insider trading, dobbiamo renderci prima conto che i prezzi delle azioni vogliono significare qualcosa. Essi riflettono fatti reali, come ad esempio le attività e le passività di una società e quanto efficacemente la sua gestione corrente utilizza risorse per soddisfare i propri soci.
Se un'errato impulso sul computer improvvisamente fa notare prezzi invertiti in modo casuale, il risultato immediato potrebbe divenire disastroso, e sarebbe conseguenza di un "effect sentiment" Main Street, per qualunque piazza borsistica mondiale.
In generale, gli speculatori effettuano un servizio (diciamo così) utile quando questi si dimostrano redditizi. Con l'acquisto quando i prezzi sono bassi o vendita quando sono alti  (o con la vendita allo scoperto), gli speculatori  effettivamente posso accelerare adeguamenti dei prezzi e rendere i prezzi delle azioni meno volatili di quello che invece potrebbero essere.
In questo contesto, possiamo vedere l'assurdità della concezione generale di "insider trading".
In parole povere, l'insider trading potrebbe essere vantaggioso perché si muovono prezzi di mercato più vicini a dove dovrebbero essere. Coloro che beneficiano di "informazioni privilegiate interne" in realtà condividono tale conoscenza con il resto del mondo attraverso il loro movimenti di acquisto o di vendita.
E' comunque scontato il fatto, che per ottenere informazioni in modo illegale, subordinatamente sui mercati, si avranno certamente delle vittime. Ma l'alone di mistero che si cela dietro "l'insider trading" suggerisce che se in qualche modo, una persona finanziariamente trae profitti da una conoscenza speciale, per il grande pubblico questo verrà visto inequivocabilmente in un modo sicuramente particolare. C'è da dire che la speculazione sul mercato azionario non è a somma zero in termini di attività . Anche se possiamo guardare a una determinata operazione ed a una concordanza su dei "vincitori" e "perdenti", la presenza in campo di speculatori, può anche migliorare il funzionamento complessivo del mercato azionario. ***

Per essere concisi:
In generale, la pratica di insider trading "potrebbe" non essere un reato penale, perché è impossibile definire il concetto in un modo che non sarebbe legittimo definirlo come ricerca speculativa e commerciale. In pratica, le leggi per contrastare l'insider trading, danno ad un governo di controllo, un modo molto brusco con il quale può abbattere qualsiasi impresa che vuol essere redditizia.

"Io se devo essere sincero.... condivido parzialmente tali pareri del Prof. Robert Murphy, che con estrema schiettezza definisce questa pratica dei mercati finanziari come possibile anche se limitata, perchè regolata da rigide regole (scusate il gioco di parole) che la contrastano."

Estrapolazioni dal Ludwig von Mises Institute, sede  Auburn (Alabama). Oorganizzazione accademica liberale di orientamento liberista che tratta argomenti di carattere filosofico, economico inerenti all'economia politica. La visione economica e politica dell'istituto è indirizzata verso la scuola austriaca, ed in particolar modo verso Ludwig von Mises, al quale è stato dedicato l'istituto. "L'organizzazione si basa unicamente su donazioni private e non ha mai accettato contratti di lavoro con corporazioni o altre organizzazioni "