La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 1 aprile 2011

Parola della BCE...non resta che aumentare i tassi!


E' la previsione del presidente della banca europea! L'America teme lo choc petrolifero. Benzina oltre 1,6 «Tassi più alti contro l'inflazione» La BCE pronta ad aumentare il costo del denaro ad aprile. La Banca Centrale Europea alza la guardia sui prezzi Jean-Claude Trichet, è necessaria una «forte vigilanza». II numero uno francese della BCE ha sottolineato che la decisione definitiva sarà presa soltanto nella prossima riunione del 7 aprile, mentre «monitora con estrema attenzione» gli avvenimenti geopolitici in atto in Libia e in altri punti caldi del Nord Africa.

Secondo i dati Istat, Il livello dei prezzi tocca nell'ultimo mese livelli record
dal novembre 2008. Volano gli energetici, cresce la frutta. Codacons: "stangata da 1240 euro a famiglia".

Scatto in avanti dell'euro sul mercato dei cambi, dopo i dati sull'inflazione, che a marzo nell'Unione valutaria ha registrato una ulteriore accelerazione al 2,6 %, hanno rafforzato le prospettive di un aumento dei tassi di interesse da parte della BCE. In tarda mattina l'euro è salito a 1,4228 dollari, laddove prima dei dati sull'inflazione, riferiti da Eurostat, si attestava attorno a 1,418 dollari.
Nel frattempo, i bund future sono scesi a quota 122,93 in calo di 75 centesimi rispetto al riferimento precedente. E le Borse valori, retrocesse dopo le parole di Trichet, hanno ripreso quota in serata, trainate dall'euforia di Wall Street per il miglioramento dei dati occupazionali e il calo del petrolio.
Il light crude è sceso a 100,2 dollari il barile, sulla scia di speranze di un imminente piano di pace per la Libia. (fosse vero!!!).
Lo staff della BCE ha aumentato le previsioni del PIL (Prodotto interno lordo) all'1,7% per il 2011 e al 2,3% nel 2012. Ma ha anche ritoccato in modo considerevole le stime per l'inflazione, al 2,3% per il 2011 (dal 1,8% di dicembre) e al 1,7% per il 2012 (dal 1,5%). Da qui la mossa preventiva annunciata da Trichet, che ieri ha spronato l'euro oltre quota 1,39 sul dollaro, ai massimi da 14 mesi, perché la Bce si muove in anticipo rispetto alla FED americana, la quale ieri ha giudicato ancora «appropriati i tassi di interesse».

Non resta che aspettare giovedì 7 Aprile, per sapere se le previsioni saranno confermate.