La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

sabato 12 marzo 2011

Rating... SCOSSA nei mercati.

E' una spada di Damocle che si abbatte come una mannaia, a discrezione unilaterale.

Il calo del rating finanziario sulla Spagna condotta da Moody's, ha come effetto quello di sanzionare lo scambio azionario spagnolo e causare un aumento dei tassi di interesse del suo debito statale.

Il mercato azionario spagnolo è pesantemente colpito, con l' IBEX in apertura a -1,41%. Parigi -1%  in una sessione in cui tutti i mercati azionari europei hanno aperto in territorio negativo, trascinati dalla decisione di Moody's.
L'impatto sui CDS spagnoli è pesantemente negativo, con il pagamento degli interessi a 10 anni in aumento di 2 punti base, al 5,52%, aumentando la "diffusione" a fronte del debito
tedesco a 225 punti base.
Anche il mercato del forex è colpito da questa notizia, con la moneta unica che cede attualmente lo 0,63%.

Sono i timori per il sistema bancario a giustificare il taglio di Moody's. L'genzia ha rivisto al ribasso di un livello, portandolo a "Aa1" da "Aa2". La motivazione principale di questo dowgrade riguarda le aspettative per l'agenzia che "gli eventuali costi per la ristrutturazione del settore bancario superernno le ipotesi attuali del governo (di 20 miliardi di euro) portando ad un maggiore aumento sul rapporto del debito pubblico spagnolo ".

Moody's prevede che questa cifra sarà compresa tra i 40 ei 50 miliardi di euro. L'agenzia di rating posto in esame il rating del debito sovrano spagnolo il 15 di dicembre, dopo aver tagliato "Aaa" ad "Aa1" in settembre dello scorso anno.

La Banca di Spagna, in un comunicato, prevede di rilasciare oggi le esigenze di capitale per le istituzioni finanziarie, in base alle nuove regole definite per l'industria. L'autorità monetaria ha già rivelato che l'importo totale non dovrà superare i 20 miliardi di euro. (Negocios online )

A parer mio, questa pressione sulle autorità spagnole non fanno altro che impedire a questo paese di monitorare serenamente la propria economia, trascinandosi dietro anche quei paesi che pur nel rispetto di regole condivise hanno più di qualche difficoltà nel gestire le proprie risorse.