La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 18 marzo 2011

NUCLEARE di terza quarta generazione...e poi?

Quattro regioni italiane si sono dichiarate favorevoli ad avere centrali nucleari nel proprio territorio, ma a patto che «gli impianti siano di terza generazione e che l’attività di controllo sia scadenziata, con periodicità almeno ventennale»
. Queste le parole di Salvatore Perugini, sindaco di Cosenza che ha esposto parere favorevole al ritorno dell’energia atomica in Italia. Le regioni che hanno dato disponibilità alla costruzione di centrali atomiche sono Lombardia, Piemonte, Veneto e Campania, mentre hanno dato, al contrario, parere negativo Emilia Romagna, Toscana, Sardegna, Umbria, Puglia, Liguria e Sicilia. Umberto Veronesi, presidente dell’Agenzia per la sicurezza del nucleare in Italia, sostiene fermamente le ragioni dell’atomo nonostante l’opposizione dei diversi territori regionali, «Dovremo tutti accettare l’inevitabilità dell’energia nucleare, non è un’opzione ma una necessità». Della stessa opinione anche il Sottosegretario allo sviluppo economico Stefano Saglia, che ha dichiarato «Rispetto il parere delle regioni, non contesto quello che è un loro legittimo diritto ma è chiaro che il no di alcune di queste ha motivazione di carattere ideologico». E sottolinea in conclusione che non è detto che chi ha dato parere negativo alla costruzione di un impianto nucleare nel proprio territorio, non avrà centrali in assoluto. «La situazione è ancora tutta da vedere». (House Living And Business )


Questo prima che succedesse il problema del nucleare in Giappone!

Ora sarei curioso di sapere se le regioni interessate, la pensano allo stesso modo!!!