La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 25 marzo 2011

La corsa.... per l'Africa!


Il post colonialismo ha fatto parecchi danni in gran parte del continente africano, per via dello sfruttamento da parte di governanti corrotti e stranieri rapaci.
Cinquant'anni dopo le battaglie coloniali combattute per l'indipendenza, gli africani sono alle prese con regimi post-coloniali guidati da ex guerrieri di liberazione trasformatisi poi in individui con sete di potere, super-ricchi, autocrati ed autoritari. Dalla retorica socialista si è passati ad investimenti capitalistici, mentre le multinazionali dell'occidente sono in lizza per un posto contro gli interessi di sviluppo emergenti di Cina e di altri paesi asiatici. Recentemente sono stati scoperti giacimenti di petrolio, terre fertili, diamanti, minerali rari e colture per l'esportazione sono in corso di vendita. Aumentano i miliardari locali ed il divario tra ricchi e poveri si allarga enormemente. E 'questo il colonialismo in un vestito nuovo? Come funziona questo nuovo accumulo di enormi ricchezze in poche mani confronto con il periodo pre indipendenza? Quali sono le possibili strategie degli africani per riprendere il controllo dei loro Paesi? Si avverte il bisogno di presentare nuove immagini dell'Africa che si sostituiscono a quelli tragici trasmessi dalle organizzazioni di beneficenza, di africani inermi, o le immagini incotestabili di guerra, come dimostra la CNN del mondo. Si dovrebbe esporre il ruolo nefasto che la comunità internazionale ed alcune ONG (Organizzazioni non Governative), che tentano di impostare ordini del giorno per lo sviluppo della gente africana. A questo punto il problema è: Dove reperire notizie autentiche su quanto sta accadendo in Africa? Oltre ai progetti di “citizen journalism” (giornalismo partecipativo, detto anche giornalismo collaborativo), dove molti intellettuali africani sono già coinvolti, si sta instaurando anche una nuova iniziativa, dove si possono svolgere incontri, conferenze per la condivisione delle informazioni, lo strategising, la collaborazione e la condivisione delle risorse, ecc...ecc..Spunti da  Africa Unichained

Questo nuovo soggetto si chiama:

Indaba Africa - Un centro per gli africani della diaspora

Legenda:
Indaba Africa è stato creato come un centro pubblico per le discussioni, ricerche, film ed eventi culturali guidato da persone che sono africani, sia per nascita o di cuore (inclusi quelli che hanno vissuto e lavorato in Africa, o semplicemente sentire una profonda connessione con gli africani o del continente).
L'organizzazione cercherà di rappresentare un gruppo eterogeneo di africanisti in una varietà di campi-accademici, giornalisti, giornalisti, avvocati, ONG, e le Nazioni Unite, scrittori, attori, studenti, imprenditori sociali, imprenditori e conduttori radiofonici. Non ci sono restrizioni di età e sesso.
Si afferma missione: Il Indaba Africa Center sarà una stanza di compensazione per le notizie e informazioni dal continente coprono una vasta gamma di punti di vista dal basso a funzionari di alto livello su politica, economia, iniziative culturali, della giustizia sociale e diritti umani.
Fonte http://africanspotlight.com/?p=186



Una migliore conoscenza sarà il mattone di nuova solidarietà tra gli africani.