La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 18 marzo 2011

E.B.A. annuncia "nuovi" criteri per gli stress test 2011.

L'European Banking Authority, l'autorità bancaria europea, ha comunicato le metodologie e i criteri del prossimo stress test sulle banche europee, i cui risultati saranno pubblicati nel mese di giugno. "Lo scenario avverso che abbiamo tracciato è più severo rispetto ai test del 2010, sia per la deviazione prevista, sia per il calcolo probabilistico", rimarca in una nota l'autorità bancaria europea, guidata dall'italiano Andrea Enria. Così facendo, dopo le polemiche dell'anno scorso che hanno seguito i test rivelatisi poi molto superficiali (vedi link http://inoixor-traderpassion.blogspot.com/2011/01/in-arrivo-nuovi-stress-test-per-le.html ), vediamo nel dettaglio gli scenari estremi tracciati per il 2011. Gli stress test ipotizzano una contrazione del Prodotto interno lordo (Pil) dello 0,5% per l’anno in corso nell’eurozona e dello 0,2% per il 2012 (le ipotesi dell’anno passato erano rispettivamente a -0,6% e -0,2%). Si tratta di
ipotesi che cumulativamente ipotizzano una frenata del 4% del Pil dell’eurozona nel biennio 2011-2012 rispetto allo scenario base rappresentato dalle stime della Commissione Europea dell’autunno 2010. 
Tutto questo per evitare il calo di credibilità del sistema finanziario che (sopratutto all'estero) s'è manifestato in maniera esagerata ( http://inoixor-traderpassion.blogspot.com/2011/03/stress-test-il-prezzo-della-credibilita.html )

L'anno scorso era stato ipotizzato un complessivo -3% del Pil rispetto allo scenario base. Il tasso di disoccupazione dell'area euro è prospettato al 10,3% nel 2011 e del 10,8% per l'anno successivo. Euribor alla stelle: il tasso è immaginato in aumento di 200 punti base (rispetto ai 125 punti base ipotizzati lo scorso anno). Per quanto riguarda i titoli di stato del Vecchio continente: previsti tagli sui bond sovrani. -17,1% per le obbligazioni greche, -13,1% per quelle italiane a dieci anni e -19,6% per quelle portoghesi. Tra le novità sostanziali, la scelta del CoreTier1 per valutare la tenuta patrimoniale delle banche. L'istituto non ha tuttavia ancora comunicato la lista delle banche coinvolte. I test riguarderanno circa il 65% del totale degli istituti bancari dell'Unione europea.
Spunti e nozioni tratte da (Borse.it )

Io un po' scettico lo sono....però credo che ormai sia arrivato il momento del recupero d'una certa coerenza su regole bancarie che tutti noi aspettiamo.

European Banking Authority