La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 30 marzo 2011

CUBA verso la perestroika !?!?

Il presidente Gerardo Machado y Morales (Fu il 5° Presidente della Repubblica di Cuba 1871 – 1939) sognava di trasformare Cuba nella Svizzera delle Americhe. Ebbene sembra che i tempi siano maturi per un cambiamento radicale del paese caraibico. Dal momento che la salute di Fidel Castro dal 2006 è piuttosto cagionevole, il potere è passato al fratello minore Raul Castro che ha rimescolato tranquillamente più di 30 membri del governo per preparare la comunità cubana ad una revisione radicale della politica economica del paese . Anche Fidel sembra aver tristemente ammesso che il cambiamento è inevitabile, ammettendo candidamente ad un un giornalista americano in visita nell'isola, che "il modello cubano non funziona più". La crisi economica globale ha picchiato veramente duro su Cuba. Il
Venezuela ha tagliato la sua generosità causa la propria economia peggiorata. Le entrate del turismo sono calate così come altre voci economiche. Come se non bastasse, tre uragani hanno lasciato una scia di distruzione nel 2008.
Raul Castro a questo punto sembra aver deciso di non avere tanta scelta, se non tentare di staccare dai vecchi pregiudizi ed aprire l'economia cubana. Il presidente in carica ha recentemente pubblicato una mappa di vasta portata per un periodo di cinque anni per la futura riforma economica cubana.
Le modifiche proposte metterebbe l'isola di Cuba su un percorso molto simile a quella adottata dalla Cina nel 1980 e in Vietnam nel 1990. Ecco alcune delle idee: permesso di operazioni immobiliari tra i cubani, unire il sistema di valuta a due livelli, chiudere le imprese statali inefficienti, decentrare la proprietà statale, facilitare la proprietà privata delle imprese, distribuire terreni incolti ai contadini, aprire i mercati all'ingrosso di proprietà dello Stato e incoraggiare ulteriormente gli investimenti stranieri particolarmente nel turismo. I cubani sono stati incoraggiati a coltivare e vendere la loro frutta e verdura. Il governo invita gli investitori stranieri a sviluppare 10 tenute di campi da golf a Cuba, con una nuova legge che consente contratti di locazione per le aree di 99 anni ad acquirenti stranieri. Ai vecchi tempi della rivoluzione di Fidel, tali politiche erano impensabili. Che dire? Aspettiamo l'attuazione di queste riforme a Cuba e mentre questo processo si svolge, l'isola potrebbe trasformarsi in una delle destinazioni di frontiera più attraenti per gli investimenti nel mondo. Daily Reckoning