La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 9 febbraio 2011

Turbolenze sulle IPO brasiliane.

Per la nuova stagione delle IPO nel Bovespa Brasiliano si è scesi parecchio di entusiasmo nelle sottoscrizioni, arrivando addirittura ad una presentazione sul mercato carioca, sotto l'estremità inferiore della loro gamma di prezzo obiettivo. Il 2011 era stato annunciato come un ritorno ai giorni inebrianti del 2007, quando ben 64 società furono ammesse in borsa con un successo straordinario per quel mercato. Ma le turbolenze in Nord-Africa ed in Egitto in particolare, sommata alla preoccupazione per un prossimo intervento del governo brasiliano impegnato a tener a bada una crescente inflazione, hanno smorzato parecchio l'entusiasmo degli investitori.

Il capo dell'investment banking di Itaú BBA a São Paulo, Jean-Marc Etlin sostiene, di una
percezione diffusa che il mercato brasiliano non è poi così a buon mercato come sembra.
Se si toglie Petrobras [la National Oil Company] e Vale [il colosso minerario] e guardiamo i multipli del [prezzo/utile], siamo molto vicini ai livelli dei Bric nostri coetanei e non sono poi tanto lontani dagli Stati Uniti.
I paesi emergenti interagiscono

-Così alcuni investitori, il denaro l'hanno passato di mano in posti come gli Stati Uniti per una cifra che si aggira intorno a 4 miliardi di dollari di azioni solo nell'ultima settimana. Un sacco di soldi in passato sono stati investiti qui ed ora stanno andando altrove.

-Il secondo è tutto il rumore che arriva dall'Egitto, che ovviamente non ci aiuta.

-Infine il terzo, in particolare sul Brasile, c'è tutto questo dibattito sulle misure macroprudenziali, che suscitano perplessità tra gli investitori preoccupati di come la mano pesante del governo s'abbatterà sul mercato. Così la gente sta alla finestra, in attesa di maggiore chiarezza.

Continuando nel suo giudizio Etlin dice che gli emittenti non dovrebbero essere scoraggiati da queste turbolente, ma dovrebbero essere un pò più realistici. " Se si guardano i fondamentali chiave del Brasile, sono ancora tutti ottimi. Di sicuro oggi siamo in un mercato più maturo e consapevole, e gli investitori non devono temere, ma credere nelle nuove opportunità d'acquisto, con rinnovata fiducia". (ft blogs beyondbrics )