La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

domenica 16 gennaio 2011

Le visioni di "Bernanke".

Il rischio di deflazione "si è notevolmente ridotto", l'economia americana è in una forma migliore, ma un pieno recupero sarà raggiunto solo quando le piccole imprese cominceranno a prosperare. Questo è il pensiero del presidente della Federal Reserve Ben Bernanke, secondo cui quest'anno l'economia si dovrebbe espandere a un ritmo salutare compreso fra il 3% e il 4%, un passo buono ma ancora non sufficiente a tagliare l'alto tasso di disoccupazione, al 9,4%."Stiamo vedendo miglioramenti nel mercato del lavoro americano", ha fatto presente il presidente
della Fed. Per quanto riguarda il mercato azionario, Bernanke ha specificato che le manovre di quantitative easing a sostegno dell'economia "hanno contribuito a una maggiore solidità". (Diario del Web)

                          MA QUANDO MAI !!!

ALLORA COMINCIAMO CON L'ELENCARE QUELLO CHE ULTIMAMENTE NON VA IN USA.!

- Lasciamo perdere il settore immobiliare, che tutti sappiamo come va in America! Parliamo solo dei dati macro usciti settimana scorsa:

-14 gennaio 2011 L'indice Michigan scende a sorpresa a dicembre da 74,5 punti a 72,7 punti. Gli economisti avevano atteso un aumento a 75,5 punti.

- I prezzi all'importazione hanno registrato nel mese di dicembre un incremento dell'1,1%, inferiore alle attese degli analisti, che si aspettavano un rialzo dell'1,2%

-In aumento le richieste settimanali di mutui, sperando che non siano mutui "ARMS" ( prestiti ipotecari concessi con un’opzione che consente di pagare rate molto basse nei primi anni caricaricando poi  gli interessi nelle rate future, solitamente a partire dal 5° anno) del 2,2%.

-Cala la fiducia consumatori di washington da -45 a - 40.

-Calano le Vendite al dettaglio rappresentate da una misurazione mensile di tutti i beni venduti dai venditori al dettaglio negli Stati Uniti, da un + 1% precedente ad un +0,50% attuale. Si tratta di un indicatore importante della spesa dei consumatori ed è altresì correlato alla fiducia dei consumatori e considerato di gran lunga un indicatore di crescita dell'economia USA che come sappiamo è basata sopratutto sui consumi.

                             A SORPRESA PERO'..

Utili in forte crescita per JP Morgan!

J.P. Morgan aumenta i ricavi nel quarto trimestre 2010 registrando addiritura una crescita annua del 47% a 4,8 mld di dollari.

Ma se questi sono i chiari di luna mi vien da dire:

                       MA "BERNY...non facce ride....