La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

martedì 25 gennaio 2011

FUGA dalla borsa... in Germania.

L'economia in Germania è in piena espansione, il Dax è in aumento ma.... la propensione al rischio dei tedeschi è diminuito parecchio. Quasi mezzo milione di persone hanno chiuso i loro investimenti azionari alla fine del 2010. Gli esperti parlano di un preoccupante allontanamento dai mercati borsistici. Il numero di persone che investono direttamente o indirettamente in azioni sono all'incirca 8,2 milioni. Questo è il livello più basso da dieci anni abbondanti, cioè dal lontano 1999. Secondo una recente statistica, siamo arrivati al livello più basso di investitori durante questa crisi finanziaria (3,39 milioni di azionisti). E pensare che nel periodo
del boom azionario nel 2001, il numero di soci e possessori di fondi in Germania era arrivato quasi a 13
milioni di investitori.

Recenti indagini hanno alimentato la speranza che la ripresa economica potesse vedere il mercato azionario come un investimento in crescita. Per ora le statistiche dicono che tale tendenza non è ancora evidente.

Con una quota del 12,6% di azionisti di tutta popolazione, la Germania, è molto in ritardo nel confronto internazionale. In altri paesi le percentuali sono significativamente superiori, come dimostrano altri dati dell'istituto di Statistica. L'Olanda arriva al 30% della popolazione, il 27,7% in Giappone, il 25,4% negli Stati Uniti, mentre in Gran Bretagna il 23%. ( Spiegel online) Rimane comunque un fatto piuttosto curioso ed allo stesso tempo preoccupante per il mercato tedesco, noto anche per essere un mercato di riferimento per tutti gli altri in Europa e non solo.