La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

sabato 25 dicembre 2010

Conti/Correnti...troppo cari..??

(source il Velino.it) La Commissione Ue nei giorni scorsi è tornata a puntare il dito contro le banche italiane, si legge nel quotidiano economico MF,  annunciando un’indagine sui costi che gravano sui depositi bancari. Secondo Michel Barnier, commissario Ue al mercato interno, i conti correnti in Italia costano in media 253 euro l’anno (ma si può
arrivare anche a 831 euro se si effettuano numerose operazioni), quasi sei volte in più rispetto all’Olanda, che con 46 euro di media ha i prezzi più bassi d’Europa assieme al Portogallo (45)”. “MF” dunque ha “verificato sul campo quanto costano davvero oggi i conti correnti” nel nostro Paese. Purtroppo sotto l'albero di Natale moltissimi italiani troveranno un dono poco piacevole,  l’aumento dei costi per tenere i risparmi al sicuro. "In Italia il costo dei conti correnti e' di 114 euro e non di 246 euro, come comunicato oggi dal Commissario Ue Michel Barnier".E' questa la smentita categorica dell'(ABI) che in una nota sottolinea come secondo la rilevazione della Banca d'Italia nel nostro Paese il costo medio annuo e' di 114 euro, in linea con l'Europa. Io credo che un'altra soluzione per abbattere i costi di gestione del c/c sia di accedere alle transazioni "online", che sicuramente offrono oltre che alla comodità di gestione anche costi concorrenziali.