La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

mercoledì 3 novembre 2010

IRLANDA...i mercati hanno paura..!!!

Ci risiamo! La credibilità del governo di Dublino potrebbe vacillare, se entro poco tempo non varerà una finanziaria ad hoc per evitare un salvataggio stile Grecia. Si stanno affrettando a presentare entro i primi di dicembre una legge correttiva di bilancio, dopo che ultimamente lo spread dei titoli a 10 anni, è salito a 482 basic-point rispetto al bund tedesco. L'Irlanda è uno delle nazioni più sviluppate al mondo, dove la crisi economica l'ha ridotta alla stregua di cenerentola, dopo che diversi economisti nel 2008 avevano inserito questo paese nel gruppo dei paesi cosiddetti PIGS. Ora invece si stima che durante il 2010, il prodotto interno lordo scenderà di 9 punti percentuale, ed avranno un bel daffare per rassicurare gli investitori sulla loro credibilità finanziaria. Quello che preoccupa è che non si capisce bene come faranno a sostenere il deficit di bilancio (molto serio) ed allo stesso tempo aiutare lo sviluppo economico. C'è da tener presente anche il fatto che 2 mesi fa, il differenziale di rendimento dei titoli irlandesi era salito a 832 basic-point rispetto al bund tedesco, facendo pensare che da settembre ai giorni nostri le cose fossero migliorate. Ieri di nuovo un crollo, con il forte aumento dello spread. Purtroppo il rischio sovrano di alcuni paesi europei come l'Irlanda, (per non parlare della Grecia, della Spagna, ecc.) rimane un elemento di potenziale instabilità per tutto il sistema finanziario della zona euro.