La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

lunedì 11 ottobre 2010

UNITED STATES of AMERICA.

Finalmente si esce allo scoperto sulla valutazione dell'economia U.S.A. - La N.A.B.E (National Association of Business Economists) taglia le proprie stime sulla crescita degli USA, e porta la sua previsione sul PIL dal 3,2% ipotizzato precedentemente al 2,6% attuale. La disoccupazione si manterrà sui livelli attuali del 9% e non scenderà tanto facilmente. La preoccupazione pricipale di questa autorevole associazione di economisti è il poderoso debito statunitense, che prevede in leggerissima discesa per il 2011. Intanto le scorte delle merci nei magazzini aumentano sempre di più, ed i posti di lavoro scendono di 95.000 unità. La continua corsa all'oro dei Big Investors, produce un'indebolimento del dollaro, che a forza o a ragione dovrebbe sostenere l'economia americana. Invece il decadimento del sentiment popolare è tale che tutto si contrae, aspettando la prossima mossa della FED che dopo le elezioni midterm del 2 novembre, estrarrà dal cilindro un forzato aumento della liquidità, acquistando treasuries bond americani, svalutando di fatto ancora di più la moneta yankee.