La mia foto

Dopo tanto lavoro, finalmente posso dedicarmi a quello che da sempre avrei voluto fare. Tuffarmi nel mondo della finanza, dell'economia e del trading. Lo studio è quello che più mi gratifica, dopo che la vita m'aveva portato verso altri lidi. Il mio impegno è costante e grazie ad internet sto cercando di carpire metodi consoni a questa mia nuova attività.

chart

chart

Calendario Economico fornito da Forex Pros - Il Portale di Trading sul Forex.

venerdì 23 luglio 2010

LE 10 regole per leggere i mercati di BOB FARRELL

LE 10 REGOLE PER INVESTIRE CONIATE DA BOB FARRELL (ex analista della Merrill Lynch).

1) I mercati, nel tempo, tornano sempre nei pressi della loro media (tradotto, significa che gli eccessi tendono sempre ad appiattirsi)

2) Gli eccessi in una direzione, portano ad altrettanti eccessi nella direzione opposta ( la cosa è di grande attualità, visto che abbiamo avuto una borsa che ha fatto negli ultimi mesi +50%)

3) Non esistono nuove epoche e gli eccessi non durano per sempre (la mia memoria mi riporta al 2000…)

4) Quando un movimetno al rialzo è superiore alle spettative, difficilmente alla sua conclusione ci si trova con un trend laterale (è la legge dell’elastico…)

5) La gente tende a comprare ai massimi e non ai minimi (la psicologia gioca un ruolo fondamentale in questo ambito)

6) La paura e l’avidità sono i due più grossi problemi da combattere nel tempo ( e sono anche i motivi per cui si vende ai minimi e non quando si dovrebbe)

7) A guidare i grandi rialzi, interviene tutto il mercato, a farlo crollare basta la correzione violenta di qualche big player e il mercato segue a ruota (l’ho modificata un po’ per renderla più comprensibile)

8 ) I mercati orso hanno tre fasi: una forte discesa, una ripresa di ottima entità e poi un tonfo finale (che sia lo scenario attuale?)

9) Quando gli analisti sono concordi sulla tendenza dei mercati, vuol dire che qualcosa sta per accadere (ops, sbaglio o tutti iniziano ad essere concordi sulla fine della recessione e sul miglioramento macro?)

10) I mercati rialzisti sono più divertenti dei mercati ribassisti (nel senso che ovviamente, nei momenti di bear market, l’euforia cala vistosamente, mentre quando le borsa salgono, è facile farsi prendere dall’entusiasmo).